Scritto: Mercoledì, 29 Aprile 2015 16:41 Ultima modifica: Giovedì, 30 Aprile 2015 07:41

MESSENGER: impatto previsto per domani


Come preannunciato la gloriosa missione della NASA MESSENGER è ormai giunta al capolinea. L'impatto è previsto per domani.
La sonda colpirà la superficie a 3,91 km/s, quanto basta per disegnare un nuovo cratere di 16 metri di diametro sulla superficie di Mercurio.

Rate this item
(0 votes)
MESSENGER: impatto previsto per domani Photo : Jessica Knedgen, Michigan Engineering

La sonda, ormai a corto di carburante, aveva guadagnato gli ultimi giorni grazie ad un creativo utilizzo dell'elio gassoso come propellente e ne è valsa la pena. Le ultime immagini pubblicate hanno restituito viste mozzafiato ottenute durante i voli radenti.
Per questi scatti MESSENGER ha dovuto utilizzare esposizioni molto brevi perché il campo visivo si sposta molto velocemente quando la sonda è molto bassa sulla superficie.

Mercurio - cratere Chong Chol

Questa immagine è stata ottenuta il giorno successivo all'ultima correzione orbitale.
Lo scatto riprende l'interno del cratere Chong Chol, vicino al bordo meridionale.
25 aprile 2015 - 2,1 metri per pixel
Credit: NASA/Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory/Carnegie Institution of Washington

Mercurio - Heemskerck Rupes

 Mercurio - Mercurio - Heemskerck Rupes
26 aprile 2015 - 6,7 metri per pixel
Credit: NASA/Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory/Carnegie Institution of Washington

Mercurio - cratere Mansart

Mercurio - cratere Mansart
I piccoli crateri visibili nell'immagine sono larghi 16 metri, proprio come quello che scaverà MESSENGER.
28 aprile 2015 - 2 metri per pixel
Credit: NASA/Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory/Carnegie Institution of Washington

La fotocamera Mercury Dual Imaging System (MDIS), al momento dello schianto, avrà trasmesso più di 275.000 immagini da quando MESSENGER entrò in orbita intorno a Mercurio a marzo 2011 e, fa male solo a pensarci, ma insieme alla sonda, verranno distrutte anche oltre mille foto salvate nella memoria di bordo ma mai inviate a Terra.

Il 28 aprile il team della Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory (APL) di Laurel, Maryland, aveva eseguito l'ultima correzione orbitale per assicurare all'impatto la completa copertura del Deep Space Network (DSN) della NASA. Durante l'ultima orbita la sonda passerà sopra la superficie ad una quota tra i 548 m e i 274 m, fino al contatto finale che avverrà da qualche parte vicino al polo nord del pianeta.

Aggiornamento 30 aprile 2015

La NASA ha pubblicato la mappa topografica, con relativo grafico, della zona prevista per l'impatto.

Le stimeattuali suggeriscono:

  • DATA: 30 aprile 2015
  • ORARIO: 19:26:02 UTC
  • Latitudine: 54.4 ° N
  • Longitudine: 210.1 ° E

MESSENGER luogo impatto

Le regioni in rosso sono alte circa 3 km rispetto alle aree più basse di colore blu; il grande cratere sul lato sinistro è Janacek che ha un diametro di 48 km.

Letto: 2480 volta/e Ultima modifica Giovedì, 30 Aprile 2015 07:41
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

2 commenti

  • Comment Link Elisabetta Bonora Giovedì, 30 Aprile 2015 08:10 posted by Elisabetta Bonora

    Ciao Claudio, è una sorta di ridondanza scientifica.
    In questi ultimi momenti, secondo le stime, sta inviando le ultime 500 immagini per un totale, appunto, di oltre 275.000 (circa 278.000 per la precisione) foto dall'inizio missione.

  • Comment Link Claudio Costerni Mercoledì, 29 Aprile 2015 22:34 posted by Claudio Costerni

    Oibò, forse mi sono perso qualche notizia nel passato.

    Perchè quel migliaio di foto nell'archivio non sono state inviate a Terra e non potranno essere inviate prima dell'impatto?
    Comunicazioni troppo lente ed instabili o sciopero dei postini su Mercurio?

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 26 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 25 gennaio [updated on Jan,25]...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 25/1/21 - Sol 768] - Mete...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 25 gennaio [Last updat...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 25 Gennaio [Last ...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

 Dove si trovano le tre sonde lanciate a Lugl...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista