Scritto: Martedì, 11 Settembre 2012 13:25 Ultima modifica: Domenica, 08 Settembre 2013 11:54

Il futuro dei viaggi interstellari si discute a Houston


Scienziati, artisti e visionari si riuniranno a Houston questa settimana per il simposio dell 100 Year Starship.

I viaggi interstellari sono molto complicati già all'interno del nostro stesso Sistema Solare a causa delle notevoli distanze: Marte si potrebbe raggiungere in 20 minuti luce, Plutone in 4 ore luce mentre la stella più vicina, Proxima Centauri, in poco più di 4 anni luce.

Rate this item
(0 votes)

Viaggi Interstellari

CREDIT: NASA/Glenn Research Center

Scienziati, artisti e visionari si riuniranno a Houston questa settimana per il simposio dell 100 Year Starship.

I viaggi interstellari sono molto complicati già all'interno del nostro stesso Sistema Solare a causa delle notevoli distanze: Marte si potrebbe raggiungere in 20 minuti luce, Plutone in 4 ore luce mentre la stella più vicina, Proxima Centauri, in poco più di 4 anni luce.

Dal momento che le sonde e i veicoli spaziali costruiti finora non si sono neppure mai avvicinati alla velocità della luce, per un equipaggio umano ci vorrebbero molti anni per raggiungere solo gli obiettivi più vicini.

A questo scopo, l'organizzazione indipendente e non governativa 100 Year Starship organizza il suo simposio pubblico tra il 13 e il 16 settembre a Houston.
Tra i relatori: la prima donna astronauta afro-americana Mae Jemison, così come l'astronomo Jill Tarte, cofondatore del SETI. Parteciperanno anche attori della famosa saga Star Trek.
L'iniziativa è sostenuta anche dall'ex presidente americano Bill Clinton, presidente onorario dell'evento.

L'incontro tratterà sulla propulsione spaziale e sulla tecnologia, fino ad arrivare ad una valutazione delle eventuali implicazioni sociali, religiose e psicologiche che potrebbe avere un viaggio tra le stelle.

Letto: 3175 volta/e Ultima modifica Domenica, 08 Settembre 2013 11:54
Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega.
Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore ed image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno".
Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

I campi con l'asterisco (*) sono obbligatori. Il codice HTML non è abilitato.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 14 gennaio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 14/1/21 - Sol 758] - Mete...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 12 Gennaio [Last ...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 10 gennaio [updated on Jan,10]...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 9 gennaio [Last update...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 10/11/20). Le manovre della so...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista