Scritto: Venerdì, 17 Aprile 2015 19:41 Ultima modifica: Venerdì, 17 Aprile 2015 20:00

Dragon CRS-6 è arrivato alla ISS


Il veicolo cargo robotico Dragon della SpaceX ha eseguito un rendezvous con la Stazione Spaziale Internazionale (ISS) per la consegna di rifornimenti, portando a compimento un inseguimento orbitale durato tre giorni.

Rate this item
(0 votes)
Nella foto il Dragon in prossimità della ISS, appena prima della cattura con il braccio robotico Canadarm2. Nella foto il Dragon in prossimità della ISS, appena prima della cattura con il braccio robotico Canadarm2. Credit: NASA TV

L'astronauta italiana Samantha Cristoforetti, dell'ESA, ha catturato la capsula Dragon utilizzando il grande braccio robotico della stazione alle 6:55 a.m. EDT (le 12:55 ora italiana) di venerdì 17 aprile, mentre il complesso orbitale sorvolava l'Oceano Pacifico ad est del Giappone. "Volevo ringraziare i ragazzi della SpaceX e di Houston," ha detto via radio Samantha al Controllo Missione appena dopo la cattura. "E' stato affascinante poter vedere il lancio e sapere che era diretto verso di noi e sicuri che avrebbe bussato alla nostra porta. E' stato stabile come una roccia e siamo molto, veramente molto felici di averlo qui,"
Nelle ore successive il Dragon è stato ormeggiato al boccaporto che guarda verso la Terra del modulo Harmony.

Nella foto Samantha e Terry, dalla Cupola, osservano soddisfatti  dopo la cattura di Dragon.

Nella foto (Credit: NASA TV) Samantha e Terry, dalla Cupola, osservano soddisfatti
dopo la cattura di Dragon.

Quello di oggi è stato il 76esimo cargo senza equipaggio che è giunto al complesso orbitale, la 158esima missione totale a raggiungere l'avamposto.

Dal lancio alla cattura la missione del Dragon si è svolta senza nessun problema, indice di una raggiunta maturità del programma cargo della SpaceX e che fa ben sperare per la versione trasporto equipaggio in fase di sviluppo e il cui primo volo è previsto per il 2017.

Cristoforetti e gli altri cinque membri dell'equipaggio di Spedizione 43 che si trovano a bordo del complesso orbitale, inizieranno sabato mattina a scaricare i 1.950 kg. di alimenti, esperimenti scientifici e altre attrezzature che il Dragon ha portato dalla Terra.
Fra queste vi sono la prima macchina per poter realizzare il caffè espresso, tè, brodo e altre bevande calde nello spazio, chiamata ISSpresso. Sul cargo anche strumenti per l'esperimento Rodent Reseach-2, uno studio dedicato al sistema immunitario. Inoltre con il Dragon sono arrivati numerosi esperimenti che aiuteranno i ricercatori nello studio dei corpi degli astronauti Scott Kelly, della NASA, e del cosmonauta russo Mikhail Kornienko, e di come cambieranno nel corso dei 12 mesi che dovranno trascorrere nello spazio.
Kelly e Kornienko, che hanno raggiunto la stazione il mese scorso assieme al cosmonauta veterano Gennady Padalka, sono le prime persone che trascorreranno un anno continuo a bordo del complesso orbitale (di solito i membri degli equipaggio trascorrono un periodo di permanenza fra i 5 e i 6 mesi). La missione prolungata dei due è stata pensata per aiutare a preparare le missioni per lontane destinazioni, come potrebbe essere Marte.

Nella  foto (Credit: NASA TV) il Dragon ormeggiato al boccaporto di Harmony.

Nella  foto (Credit: NASA TV) il Dragon ormeggiato al boccaporto di Harmony.

Il veicolo cargo Dragon era stato lanciato grazie ad un razzo Falcon 9 v1.1 della SpaceX dalla Air Force Station Di Cape Canaveral, in Florida, martedì pomeriggio (14 aprile). Dopo aver spedito il Dragon nella sua traiettoria prevista, il primo stadio del razzo era tornato verso la Terra e tentato di eseguire un atterraggio sulla nave spazioporto drone autonoma che si trovava al largo nell'Oceano Atlantico, di fronte alle coste della Florida.
La manovra, un test per la tecnologia del riutilizzo del razzo, aveva quasi funzionato: il razzo era arrivato sulla chiatta ma, subito dopo, si era capovolto ed esploso.

La SpaceX ha un contratto con la NASA del valore di 1,6 miliardi di dollari per almeno 12 voli di rifornimento senza equipaggio verso la stazione spaziale utilizzando Dragon e il Falcon 9. L'attuale missione è la sesta di questi voli cargo.

Il Dragon dovrebbe rimanere ormeggiato al laboratorio orbitante per cinque settimane, poi tornerà verso la Terra e ammarerà nell'Oceano Pacifico a fine maggio.

Il lancio e attracco di un cargo di rifornimento russo Progress è previsto fra meno di due settimane. Il Progress ISS-59 decollerà infatti dal Cosmodromo di Baikonur, nel Kazakhstan, il 28 aprile alle 3:09 p.m. (le 21:09 ora italiana) e si aggancerà in automatico al modulo russo Poisk meno di sei ore dopo.

Fonti: NASA ISS Blog - Space.com - Spaceflight Now

Read 1741 times Ultima modifica Venerdì, 17 Aprile 2015 20:00
Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi i primi uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino la mia dolce metà al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 al 2017 ho realizzato e curato il sito astronautica.us che è stato sempre aggiornato ed il più possibile affidabile nelle informazioni. Purtroppo, per motivi personali sono stato costretto a chiudere il sito nel luglio 2017.
Sono stato, assieme a mia moglie, uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention 'AstronautiCON', che hanno visto anche la presenza di illustri ospiti nel campo astronautico. Al momento collaboro saltuariamente con la rivista del settore 'Spazio Magazine', attivamente con il sito aliveuniverse.today ed ho una rubrica fissa astronomica sul magazine locale 'Quello che c'è'.

www.astronautica.us | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 31 Maggio

statisticaMENTE

  • COVID-19 update
    COVID-19 update

    Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in Italia, con possibili sviluppi futuri. (aggiornamento del 31 Maggio sera)

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 30 Maggio [Last update: 05/30/2020]

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 30 Maggio [Last update: 05/30/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 30/5/20 - Sol 535] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 29/4/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 1 Maggio [updated on May,01]

HOT NEWS