Scritto: Sabato, 06 Dicembre 2014 18:43 Ultima modifica: Domenica, 25 Gennaio 2015 07:05

Blitz in L2 per il modulo di servizio della missione cinese CHANG'E 5-T1


Vi ricordate della missione dimostrativa cinese Chang’e-5-T1?
Era partita il 23 ottobre alle 18:00 UTC per un test di otto giorni rientrando con successo il 31 ottobre alle 22:42 UTC.

La sonda aveva raggiunto l'orbita lunare con un'altezza al perigeo di 209 chilometri e un apogeo di 413.000 chilometri, restituendo peraltro bellissime inaspettate immagni della Terra e della Luna.

Rate this item
(0 votes)
Blitz in L2 per il modulo di servizio della missione cinese CHANG'E 5-T1 Credit: SASTIND

La missione aveva lo scopo di testare quelle tecnologie che saranno fondamentali per la prossima Chang’e 5 che, nel 2017, riporterà a Terra alcuni campioni di suolo lunare.

E sembrava finita qui.
Tuttavia, durante la fase finale della missione, il modulo di servizio si era separato dal resto del veicolo eseguendo una nuova accensione ma per far cosa?

La risposta arriva con un comunicato rilasciato il 29 novembre dal State Administration for Science, Technology and Industry for National Defense (SASTIND), in base al quale, il modulo di servizio avrebbe raggiunto il Punto di Lagrange L2 il 28 novembre.

Chang'E 5-T1 orbita del modulo di servizio

Credit: SASTIND

Il 1 novembre, dopo la separazione è tornato in un'orbita ellittica con apogeo a 540.000 km e perigeo a 600 km.
Il 9 novembre e il 17 novembre ha completato due trasferimenti orbitali e il 23 novembre, dopo aver preso la giusta spinta, si è diretto verso L2.

Orbita di LissajousIl 27 novembre è entrato intorno ad L2 in un'orbita di Lissajous (una traiettoria tridimensionale la cui forma richiama le curve di Lissajous), con ampiezza orbitale di 20 mila km per l'asse x, 40 mila km per l'asse y, 35 mila km per l'asse z.

Il 28 novembre il modulo di servizio si trovava a 421.000 km di distanza dalla Terra ed a 63.000 km dalla Luna e manterrà in questa posizione fino a gennaio, per tornare poi, forse, in orbita lunare.

Alle 8:00 UTC in punto del 9 novembre la fotocamera del modulo di servizio ha scattato la straordinaria foto ricordo in apertura, quando si trovava a 540.000 km dalla Terra ed a 920 mila chilometri di Luna.

Read 4264 times Ultima modifica Domenica, 25 Gennaio 2015 07:05
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 30 Giugno [updated on Jun...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 30 Giugno [Last update...

ISS height

ISS height

Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Inte...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 29/6/20 - Sol 564] Meteor...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 24/6/20). Le manovre della sonda am...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista