Scritto: Lunedì, 27 Agosto 2012 05:26 Ultima modifica: Domenica, 11 Gennaio 2015 11:52

Curiosity Mastcam: RBG Bayer in quadricromia


Sono ormai giorni che lavoriamo sulle immagini raw Bayer CCD della Mastcam di Curiosity cercando di capire se l’eccesso di verde presente sia dovuto ad un problema di calibrazione a monte, ad un diverso pattern Bayer o ad una qualsiasi altra variante.

Il verde che spicca in queste immagini non è reale e sicuramente, nonostante la compressione delle immagini raw jpg rilasciate, non è un artefatto dovuto alla perdita di informazioni.

L’effetto pixel, inoltre, tende a sparire giocando sulla luminanza.

Rate this item
(0 votes)

Curiosity sol 17 Mastcam

Curiosity sol 17 subframe Mastcam Left RGB Bayer in quadrichromy
"Courtesy NASA/JPL-Caltech" processing 2di7 & titanio44

Sono ormai giorni che lavoriamo sulle immagini raw Bayer CCD della Mastcam di Curiosity cercando di capire se l’eccesso di verde presente sia dovuto ad un problema di calibrazione a monte, ad un diverso pattern Bayer o ad una qualsiasi altra variante.

Il verde che spicca in queste immagini non è reale e sicuramente, nonostante la compressione delle immagini raw jpg rilasciate, non è un artefatto dovuto alla perdita di informazioni.

L’effetto pixel, inoltre, tende a sparire giocando sulla luminanza.

Abbiamo quindi tentato un diverso approccio, per la verità non nuovo nelle nostre analisi tecniche fotografiche: siamo intervenuti lavorando l’immagine in quadricromia. Così come per i rover Spirit ed Opportunity, i filtri sembrano rispondere meglio se processati con un profilo a quattro canali.

In realtà, molti sono gli elementi che da sempre ci fanno pensare ad immagini concepite per la quadricromia, a partire dall’ormai noto Sundial che non a caso utilizza quattro colori come riferimento.

In questo caso l’immagine debayerizzata acquista una migliore omogeneità cromatica, il reticolo tende a scomparire e con esso, il verde in eccesso.

Tutto dipende dall’approccio di de-Bayer utilizzato e dallo spazio colore, che riteniamo ormai da anni essere in realtà quadricromia.
Tali algoritmi non necessariamente convenzionali, potrebbero essere stati studiati ad hoc per l’ambiente marziano e richiedere software dedicati anche per lo sviluppo di immagini tridimensionali.

La Mastcam di Curiosity scatta infatti diverse foto in sequenza con uno shift minimo (immagini raw: http://mars.jpl.nasa.gov/msl/multimedia/raw/): la quantità di immagini ottenuta è sicuramente in eccesso qualora l'unico scopo sia solo creare un semplice panorama.
Le due Mastacam hanno focali differenti (per maggiori dettagli: "Le variazioni cromatiche della Mastcam") quindi il sistema di scatto multiplo shiftato può essere utilizzato per rendere stereoscopica ciascuna fotocamera in modo indipendente.

Sovrapponendo gli scatti consecutivi si può ottenere un vero e proprio paesaggio mappato in 3d.

Nell'esempio che segue sono stati utilizzati i subframe raw jpg 0017MR0051002000C0 e 0017MR0051003000C0, mantenendo solo la porzione utile di sovrapposizione per entrambi: concatenando in sequenza gli scatti consecutivi è possibile ottiene una visione 3d del paesaggio fotografato dal rover.

 Curiosity Sol 17 Subframe 0017MR0051002000C0 + 0017MR0051003000C0 Anaglyph useful part

Curiosity Sol 17 Subframe 0017MR0051002000C0 + 0017MR0051003000C0 Anaglyph useful part
"Courtesy NASA/JPL-Caltech" processing 2di7 & titanio44

Siamo in una fase assolutamente sperimentale ed emozionante: comprendere il comportamento di ogni singolo pixel!

Read 4015 times Ultima modifica Domenica, 11 Gennaio 2015 11:52
Alive Universe

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 17 Febbraio) 

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 14 Febbraio [Last update: 02/14/2020

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 9/12/19).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 14 Febbraio [Last update: 02/14/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 16/2/20 - Sol 434] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 12/1/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 14 Febbraio [updated on Feb,14]

HOT NEWS