Scritto: Domenica, 01 Luglio 2012 21:38 Ultima modifica: Venerdì, 04 Gennaio 2019 09:13

Sabato 30 giugno, un giorno più lungo di un secondo


Ieri a mezzanotte è stato aggiunto un secondo per tenere conto che la Terra sta rallentando, ossia sta impiegando più tempo per completare un giorno solare.
"Il giorno solare va gradualmente aumentando perchè la rotazione della Terra sta rallentando leggermente", dice Daniel MacMillan del NASA Goddard Space Flight Center di Greenbelt, nel Maryland USA.

Rate this item
(0 votes)

Grazie alle misurazioni decennali con una tecnica estremamente precisa, Very Long Baseline Interferometry (VLBI), gli scienziati sanno esattamente quanto tempo ci vuole alla Terra per ruotare.

Le misurazioni VLBI vengono effettuate quotidianamente.
Utilizzando radiotelescopi distribuiti sulla superficie terrestre non collegati tra loro, vengono effettuate osservazioni interferometriche di una sorgente celeste. I segnali radio captati dalle singole antenne sono registrati tramite orologi atomici. Tali risultati vengono poi trasmessi ad un super-calcolatore che successivamente li elabora, estraendo il dato interferometrico.

[GUARDA IL VIDEO]

Dal VLBI gli scienziati hanno imparato che la Terra non è il cronometro più affidabile: la rotazione del pianeta sta rallentando a causa delle generali forze di marea tra Terra e Luna.

Ogni 100 anni, il giorno aumenta di circa 1.4 millesimi di secondo.

"Al tempo dei dinosauri, la rotazione completa della Terra avveniva in circa 23 ore", dice MacMillan.
"Nell'anno 1820, una rotazione durava esattamente 24 ore o 86.400 secondi standard. Dal 1820, il giorno solare medio è aumentato di circa 2,5 millisecondi."

Dal 1950, gli scienziati avevano capito che era necessario avere misurazioni più precise sulla rotazione della Terra. Così, nel 1967, hanno ufficialmente cambiato la definizione di un secondo. Non era più basata sulla lunghezza di un giorno ma sulla misurazione estremamente prevedibile di transizioni elettromagnetiche in atomi di cesio. Questi "orologi atomici" a base di cesio sono accurati a un secondo in 1.400.000 anni.
La maggior parte delle persone in tutto il mondo si affida oggi al tempo standard in base al cesio: Coordinated Universal Time (UTC).

Maggiori informazioni: NASA Explains Why Clocks Will Get an Extra Second on June 30

Altre informazioni su questo articolo

Read 7762 times Ultima modifica Venerdì, 04 Gennaio 2019 09:13
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

 Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla loro catalogazione e...

StatisticaMENTE

COVID-19 update

COVID-19 update

Periodico aggiornamento sulla curva di contagio in...

Mars Attacks!

Mars Attacks!

Dove si trovano le tre sonde lanciate a Luglio e d...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 20 Settembre [Last upd...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 20 Settembre [Last upd...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 19/9 - Sol 645] - Meteoro...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

(aggiornato il 18/9/20). Le manovre della sonda am...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista