Scritto: Venerdì, 01 Aprile 2016 11:08 Ultima modifica: Venerdì, 01 Aprile 2016 11:52

Una visita guidata su Marte con Buzz Aldrin


Avevo già scritto del programma OnSight, nato da una collaborazione NASA e Microsoft per consentire agli scienziati di camminare ed esplorare Marte comodamente dai loro uffici. Ora, l'idea è andata avanti e lo scenario verrà aperto al pubblico che potrà mettere piede sul Pianeta Rosso guidato olograficamente da Buzz Aldrin. l'astronauta dell'Apollo 11 che camminò sulla Luna nel 1969.

Rate this item
(0 votes)
"Destination: Mars" con Buzz Aldrin "Destination: Mars" con Buzz Aldrin Credit: NASA/JPL-Caltech/Microsoft

Si chiama "Destination: Mars" (Destinazione: Marte): utilizzerà una "realtà mista", cioè un ambiente in cui gli elementi virtuali si fondono con quelli reali ed aprirà a partire da questa estate presso il Kennedy Space Center Visitor Complex della NASA in Florida.

Gli scenari sono ricostruiti utilizzando le immagini che Curiosity ha inviato a Terra da quando è iniziata la sua missione nel 2012.
Non dimentichiamo, infatti, che il rover è ben equipaggiato per riprendere viste stereoscopiche: 4 coppie di HazCam, montate sulla parte inferiore della parte anteriore e posteriore del corpo; 2 coppie di NavCam e 1 di MastCam montate sull'albero, sotto la testa.

"Questa esperienza permette al pubblico di esplorare Marte in un modo completamente nuovo. Di ripercorrere esattamente il paesaggio dove Curiosity ha girovagato ed ha ottenuto risultati e scoperte", ha dichiarato nel report Doug Ellison, visualization producer al JPL.

"Destination: Mars" è un adattamento di OnSight uno strumento nato a supporto delle operazioni della missione Curiosity.
"Siamo entusiasti di dare al pubblico la possibilità di vedere Marte utilizzando le tecnologie all'avanguardia che aiutano gli scienziati a pianificare le attività di Curiosity su Marte", ha dichiarato Jeff Norris, responsabile del progetto OnSight e "Destination: Mars" al JPL.

"OnSight rende l'intero processo di analisi dei dati molto più naturale per me", ha spiegato Abigail Fraeman membro del team Curiosity.
"Mi da la sensazione di essere veramente sul campo quando lo attivo. Trovo che la geologia di Marte sia molto più intuitiva quando anche io sono in scena e posso muovermi come se fossi lì".

{mp4}160401_1{/mp4}

Questo regno olografico è basato sul sistema HoloLens di Microsoft, un visore ed una piattaforma di "holographic computing".
Il JPL sta sviluppando tecnologie analoghe a sostegno degli astronauti della Staziona Spaziale Internazionale. L'astronauta della NASA Scott Kelly, reduce dalla celebre missione "One Year", ha usato una di queste applicazioni per effettuare la prima chiamata Skype dallo spazio al controllo missione a febbraio 2016.

Altre informazioni su questo articolo

Read 4572 times Ultima modifica Venerdì, 01 Aprile 2016 11:52
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio 

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 20 gennaio)

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 19 gennaio [Last update: jan,19]

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 9/12/19).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 19 gennaio [Last update: 19/01].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al20/1/20 - Sol 406

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 12/1/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 18 Gennaio [updated on Jan,18]

HOT NEWS