Scritto: Giovedì, 26 Giugno 2014 05:53 Ultima modifica: Domenica, 06 Luglio 2014 06:56

Pianeta extrasolare Gliese 832C: una super-Terra vicina che potrebbe supportare la vita


Gliese 832 è una delle stelle della costellazione della Gru, una costellazione meridionale, a soli 16 anni luce da noi.
E' una nana rossa, grande circa la metà del nostro Sole per massa e raggio e, in una notte con buona visibilità, potrebbe essere osservata con un telescopio amatoriale. 

Da ieri questa stella, già nota per ospitare un pianeta gioviano freddo, Gliese 832b, scoperto nel 2009, è diventata sicuramente più popolare perché un gruppo di astronomi ha annunciato di aver individuato un pianeta, Gliese 832c, nella sua orbita che potrebbe essere uno dei miglior candidati per supportare la vita.

Rate this item
(0 votes)

Pianeta extrasolare Gliece 832 c

Credit: Planetary Habitability Laboratory at the University of Puerto Rico, Arecibo, NASA/Hubble, Stellarium.

Costellazione della Gru - Credit: WikipediaGliese 832 è una delle stelle della costellazione della Gru, una costellazione meridionale, a soli 16 anni luce da noi.
E' una nana rossa, grande circa la metà del nostro Sole per massa e raggio e, in una notte con buona visibilità, potrebbe essere osservata con un telescopio amatoriale. 

Da ieri questa stella, già nota per ospitare un pianeta gioviano freddo, Gliese 832b, scoperto nel 2009, è diventata sicuramente più popolare perché un gruppo di astronomi ha annunciato di aver individuato un pianeta, Gliese 832c, nella sua orbita che potrebbe essere uno dei miglior candidati per supportare la vita.

Gliese 832c è una super-Terra, ossia un pianeta extrasolare di tipo roccioso con una massa compresa tra 1,9 e 10 masse terrestri ed è stato notato da un team internazionale di astronomi, guidato da Robert A. Wittenmyer dell'UNSW Australia, grazie alle piccole oscillazioni gravità che induce nel moto della sua stella ospite.

I dati sono stati confermati da tre strumenti distinti: l'University College London Echelle Spectrograph all'Anglo-Australian Telescope in Australia, il Carnegie Planet Finder Spectrograph sul Magellan II telescope in Chile e lo spettrografo High Accuracy Radial Velocity Planet Searcher (HARPS) che fa parte dell'European Southern Observatory (ESO), presso l'Osservatorio de La Silla in Chile.

Dato che le nane rosse sono stelle deboli, le zone abitabili intorno ad esse sono piuttosto vicine.
Gliese 832c, infatti, ha un periodo orbitale di 36 giorni (per un confronto Gliese 832b orbita intorno alla stella in 9,4 anni).

Gliese 832 c - analisi orbitale

Credit: Planetary Habitability Laboratory

Ha una massa pari a cinque volte quella terrestre e gli astronomi stimano che il pianeta riceve la stessa quantità di energia dalla sua stella che la Terra riceve dal Sole. 

"Il pianeta potrebbe avere temperature simili alla Terra, anche con ampie variazioni stagionali, se l'atmosfera fosse simile a quella terrestre", spiega in un comunicato stampa il Planetary Habitability Laboratory.
"Un'atmosfera densa, invece, cosa che ci si potrebbe aspettare per le super-Terre, potrebbe rendere questo pianeta troppo caldo per la vita, come un super-Venere". 

Abel Méndez Torres, direttore del Planetary Habitability Laboratory presso l'Università di Puerto Rico ad Arecibo, spiega che, utilizzando l'Earth Similarity Index (ESI), un parametro che misura quanto un oggetto planetario è fisicamente simile alla Terra, dove 1 è il valore associato alla Terra, Gliese 832c ha un ESI di 0,81, paragonabile a Gliese 667 c (ESI = 0.84) e a Kepler-62e (ESI = 0.83).
Il nuovo pianeta, perciò, è uno dei tre migliori candidati per la ricerca di un mondo simile alla Terra ed è anche il più vicino a noi.

Sicuramente è un pianeta che sarà oggetto di molte altre osservazioni ma prima di poter esultare veramente, bisognerà confermare la sua composizione ed atmosfera, che potrebbero trasformarlo in un mondo inospitale.

Gliese 832 c e la Terra

Credit: Planetary Habitability Laboratory

Nel loro documento, Wittenmyer e colleghi fanno notare che, mentre i Sistemi Solari come il nostro sembrano abbastanza rari, il sistema Gliese 832 appare come un Sistema Solare in miniatura, con un pianeta interno potenzialmente abitabile ed uno esterno simile a Giove.

GJ 832c: A super-earth in the habitable zone [abstract]

We report the detection of GJ 832c, a super-Earth orbiting near the inner edge of the habitable zone of GJ 832, an M dwarf previously known to host a Jupiter analog in a nearly-circular 9.4-year orbit. The combination of precise radial-velocity measurements from three telescopes reveals the presence of a planet with a period of 35.68+/-0.03 days and minimum mass (m sin i) of 5.4+/-1.0 Earth masses. GJ 832c moves on a low-eccentricity orbit (e=0.18+/-0.13) towards the inner edge of the habitable zone. However, given the large mass of the planet, it seems likely that it would possess a massive atmosphere, which may well render the planet inhospitable. Indeed, it is perhaps more likely that GJ 832c is a "super-Venus," featuring significant greenhouse forcing. With an outer giant planet and an interior, potentially rocky planet, the GJ 832 planetary system can be thought of as a miniature version of our own Solar system.

Read 4956 times Ultima modifica Domenica, 06 Luglio 2014 06:56
Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

https://twitter.com/EliBonora | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

1 commento

  • Comment Link saverio Giovedì, 26 Giugno 2014 13:36 posted by saverio

    Bello!

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

AcquistaLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta Bonora

 

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 16 Febbraio

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 17 Febbraio) 

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 14 Febbraio [Last update: 02/14/2020

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 9/12/19).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubble Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 14 Febbraio [Last update: 02/14/2020].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 16/2/20 - Sol 434] 

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 12/1/20). 

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 14 Febbraio [updated on Feb,14]

HOT NEWS