Scritto: Giovedì, 03 Ottobre 2019 18:13 Ultima modifica: Domenica, 13 Ottobre 2019 07:06

Cianogeno sulla Borisov In evidenza


Annunciata la scoperta, nello spettro dell'ospite interstellare, di questa molecola organica, comune anche sulle comete nostrane; intanto l'orbita è stata revisionata dal JPL... (aggiornamento)

Rate this item
(0 votes)
Spettro nella regione del violetto, con la riga del cianogeno chiaramente riconoscibile al di sopra del "continuo" dovuto alla luce solare riflessa dalla polvere della chioma. Spettro nella regione del violetto, con la riga del cianogeno chiaramente riconoscibile al di sopra del "continuo" dovuto alla luce solare riflessa dalla polvere della chioma. Crediti: Alan Fitzsimmons (Qub) et al.

 4 Ottobre: Aggiunte, in fondo all'articolo, alcune informazioni relative alla direzione di provenienza della 2I/Borisov.

 La 2I/Borisov continua ad avvicinarsi al Sole e, naturalmente, nuove osservazioni su di essa svelano progressivamente informazioni preziose, di cui la comunità scientifica è in trepidante attesa. Una delle ultime, pubblicata una settimana fa su ArXiv ad opera di una dozzina di astronomi tra cui l'italiano Marco Micheli, riguarda l'osservazione delle prime molecole nel gas emesso della cometa; tale spettro, che va dal vicino ultravioletto all'arancione, è stato ripreso dal telescopio da 4.2m William Herschel (Isole Canarie) con lo spettrografo ISIS lo scorso 20 Settembre, quando la cometa si trovava a 2,66 Unità Astronomiche dal Sole ed era di magnitudine integrale 18,55. Il segnale di gran lunga più significativo è quello del cianogeno, un cianuro abbastanza comune nelle comete del sistema solare e più facile da osservare rispetto ad altre molecole.

Herschel Spectra

Lo spettro integrale ripreso dal telescopio Herschel; la linea rossa è l'interpolazione del continuo basata sullo spettro solare, il rettangolo verde la regione ingrandita nell'immagine di apertura. - Credits: Alan Fitzsimmons (Qub) et al. - Processing: Marco Di Lorenzo

 Gli autori stimano un tasso di produzione del CN dell'ordine di (3.7±0.4)×1024 molecole al secondo, circa 22 kg ogni ora; per altre sostanze non rilevate, come la molecola di carbonio C2, si è stabilito solo un limite superiore. Viene stimata anche la quantità di polvere prodotta e il diametro del nucleo, che deve cadere in un range piuttosto ampio: da 1,5 a 6,5 km (inferiore alle stime iniziali ma comunque più grande di 1I/Oumuamua); nel complesso, le proprietà chimico-fisiche della Borisov appaiono simili a quelle tipiche delle comete appartenenti al Sistema Solare.

 Nel frattempo, il JPL ha pubblicato gli elementi orbitali aggiornati della cometa e c'è una grossa sorpresa. Mentre nelle precedenti versioni il numero di osservazioni astrometriche utilizzate era in continua crescita ed ormai superava il numero di 350, adesso siamo improvvisamente scesi a sole 112 osservazioni nell'arco di 32 giorni. Evidentemente, si è deciso di effettuare una drastica scrematura eliminando osservazioni poco affidabili; questo ha fatto aumentare solo di poco l'incertezza statistica delle stime dei vari parametri ma ne ha probabilmente ridotto gli errori sistematici.

BoriStory

 Evoluzione del numero di osservazioni e dell'arco temporale abbracciato da esse (a sinistra) e della stima dell'eccentricità con relativa incertezza (a destra) - Source: SSD/JPL/NASA - Processing: Marco Di Lorenzo

 Sulla base delle nuove effemeridi, il "radiante" da cui appare provenire la cometa è situato alle coordinate celesti AR=02h 11m 18.5s ; Dec = +59° 28' 23", con una velocità di approccio di 32,208 km/s rispetto al baricentro del Sistema Solare; le incertezze su questi parametri, tuttavia, sono ancora piuttosto elevate (8,5s in declinazione, 46" in declinazione e 0,070 km/s sulla velocità, a livello di 1σ). 

Riferimenti:

https://www.media.inaf.it/2019/10/01/cianogeno-cometa-borisov/
https://pdssbn.astro.umd.edu/cbet/2019/4670.html

Altre informazioni su questo articolo

Read 198 times Ultima modifica Domenica, 13 Ottobre 2019 07:06
Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

  • NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Ultimo aggiornamento: 19 Ottobre (ore 14)

Log: Missioni e Detriti

  • Rilevazione di Onde Gravitazionali
    Rilevazione di Onde Gravitazionali

    Stato della rivelazione di probabili Onde Gravitazionali da parte di Virgo e Ligo (aggiornato al 6 Ottobre).

  • ISS height
    ISS height

    Andamento dell'orbita della Stazione Spaziale Internazionale.

    Aggiornamento del 18/10 [Last update: Oct,18]

  • Hayabusa 2 operations
    Hayabusa 2 operations

    Le manovre della sonda giapponese intorno a Ryugu (aggiornato il 15/10/19).

  • HST orbit
    HST orbit

    Hubbe Space Telescope orbit monitor.

    Aggiornamento del 18/10 [Last update: Oct,18].

  • Insight statistics
    Insight statistics

    Meteorologia e numero di immagini trasmesse dal lander geologo [aggiornato al 18/10 - Sol 317]

  • OSIRIS REx operations
    OSIRIS REx operations

    Le manovre della sonda americana intorno a Bennu (aggiornato il 13/8/19).

  • Curiosity odometry
    Curiosity odometry

    Statistiche sulla distanza percorsa, posizione, velocità e altezza del rover Curiosity.

    Aggiornato il 16 Ottobre [updated on Oct,16] Hot!

HOT NEWS