Displaying items by tag: sistema solare

L'idea che possano esistere altri pianeti ancora sconosciuti nel nostro Sistema Solare, oltre l'orbita di Plutone, assilla ormai da quasi un secolo l'animo degli scienziati. Eppure tutte le spiegazioni fornite finora, sembrano non convincere del tutto e puntualmente, almeno una volta all'anno, si torna sull'argomento. Alcuni sono propensi nel pensare che potrebbero esistere almeno due corpi ancora non identificati, la cui influenza gravitazionale determinerebbe le strane orbite e la curiosa distribuzione degli oggetti oltre Nettuno.

Pubblicato in Spazio & Astronomia
Martedì, 06 Gennaio 2015 19:57

Annunciati otto nuovi pianeti "Goldilocks"

Nel corso di una conferenza stampa in occasione del 225° meeting dell'American Astronomical Society, un gruppo di astronomi dell'Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics (CfA) ha annunciato oggi di aver trovato otto nuovi pianeti extrasolari nella zona "Goldilocks" della loro stella, in orbita ad una distanza tale per cui può esistere acqua allo stato liquido sulla loro superficie.

Pubblicato in Spazio & Astronomia
Domenica, 21 Dicembre 2014 07:32

All'origine delle aurore theta

Le aurore sono una delle manifestazioni visibili degli effetti del Sole sulla Terra. Nonostante siano fenomeni tipici delle alte latitudini, sono note in tutto il mondo per l'incredibile spettacolo che offrono.

Sono tipiche dei poli e delle alte latitudini del nostro pianeta ma sono state osservate anche su altri pianeti del nostro Sistema Solare e probabilmente caratterizzano anche altri mondi lontani.

Pubblicato in Spazio & Astronomia
Martedì, 09 Dicembre 2014 05:40

La ricerca degli asteroidi pericolosi

Una insolita iniziativa è stata lanciata per incrementare di 100 volte il tasso di scoperta degli asteroidi potenzialmente pericolosi. Ma a che punto è realmente la caccia di questi corpi?

Pubblicato in Approfondimenti
Venerdì, 07 Novembre 2014 05:36

Cantieri di pianeti extrasolari sosservati da Hubble

Grazie al telescopio spaziale Hubble della NASA, gli astronomi hanno completato la più grande e sensibile indagine nel visibile dei polverosi dischi di detriti intorno ad altre stelle, creati dalla collisione di oggetti dopo le fasi di formazione planetaria.
Questi dischi di polvere sono stati osservati sia intorno a giovani stelle di 10 milioni di anni che in stelle di 1 miliardo di anni ed oltre.

Pubblicato in Spazio & Astronomia
Mercoledì, 03 Settembre 2014 13:44

Un altro asteroide ci "sfiora"

Un piccolo oggetto ci ha appena sfiorati e un altro, appena scoperto, passerà ancora più vicino tra pochi giorni...

Pubblicato in Spazio & Astronomia

Nel 2012 il team della missione Voyager 1 aveva annunciato che la sonda era ufficialmente diventata il primo veicolo spaziale costruito dall'uomo ad aver raggiunto lo spazio interstellare.

Dopo una serie di notizie contrastanti, infatti, i dati mostravano che la Voyager stava viaggiando, da circa un anno, nel plasma, o gas ionizzato, presente nello spazio interstellare. La sonda si trovava dunque in una sorta di zona di transizione, sempre all'interno del nostro Sistema Solare, ma al di fuori dell'eliosfera, ossia di quella gigantesca bolla dominata dal campo magnetico della nostra stella e dal vento solare.

Pubblicato in Voyager

Negli ultimi anni, la ricerca di pianeti extrasolari potenzialmente abitabili ha fatto passi da gigante ma non abbastanza. Siamo in grado di scoprire mondi simili alla Terra, nella zona abitabile della loro stella, dove l'acqua liquida potrebbe esistere ma i nostri strumenti non sono abbastanza potenti da confermare la presenza di vita.

Pubblicato in Spazio & Astronomia

Gliese 832 è una delle stelle della costellazione della Gru, una costellazione meridionale, a soli 16 anni luce da noi.
E' una nana rossa, grande circa la metà del nostro Sole per massa e raggio e, in una notte con buona visibilità, potrebbe essere osservata con un telescopio amatoriale. 

Da ieri questa stella, già nota per ospitare un pianeta gioviano freddo, Gliese 832b, scoperto nel 2009, è diventata sicuramente più popolare perché un gruppo di astronomi ha annunciato di aver individuato un pianeta, Gliese 832c, nella sua orbita che potrebbe essere uno dei miglior candidati per supportare la vita.

Pubblicato in Flash News
Martedì, 24 Giugno 2014 20:47

Titano? E' più vecchio di Saturno

Grazie agli sforzi congiunti delle agenzie spaziali NASA ed ESA, gli scienziati hanno trovato la prova che l'azoto presente nell'atmosfera di Titano, la grande luna di Saturno, si è formato in condizioni simil a quello della fredda culla delle antiche comete, la Nube di Oort, l'ipotetica bolla sferica che avvolge il Sistema Solare fino a 100.000 unità Astronomiche.

La scoperta esclude, così, la possibilità che gli elementi base dai cui è nata la luna si siano aggregati all'interno del disco caldo di materiale che circondava Saturno nel momento della sua formazione.

Pubblicato in Cassini

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 12 Maggio 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 12 Maggio [updated on 05/1...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 11 Maggio [Last update...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 11 Maggio [Last update:&nbs...

OSIRIS REx operations

OSIRIS REx operations

Aggiornato il 10/5/21. Le manovre della sonda...

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte (aggior...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 7/5 - Sol 868] - Meteorol...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista