Displaying items by tag: redshift

Mercoledì, 06 Gennaio 2021 05:33

GN-z11: ai confini dell'Universo osservabile

GN-z11 è il nome della galassia più antica e lontana osservata finora. Si trova a circa 13,4 miliardi di anni luce da noi.

Pubblicato in Spazio & Astronomia
Giovedì, 23 Luglio 2020 12:34

Mappare l'Universo

Grazie alla ventennale rassegna "eBOSS/SDSS", è stata ottenuta la mappa più ampia e profonda, con la distribuzione di 4 milioni di galassie. E ci sono importanti conseguenze per la cosmologia...

Pubblicato in Spazio & Astronomia
Domenica, 04 Agosto 2019 21:24

La nuova costante di Lemaître

Dove si propone l'introduzione di un nuovo parametro cosmologico che sostituisca l'obsoleto fattore di Hubble "h"

Pubblicato in Appunti di vista
Martedì, 11 Dicembre 2018 16:42

Galileo dimostra Einstein

E' un titolo apparentemente antistorico ma si riferisce in realtà al sistema di posizionamento satellitare europeo che ha verificato le previsioni della relativià generale con una precisione inedita.

Pubblicato in Immagine del giorno
Venerdì, 04 Maggio 2018 11:36

Gaia DR2 e la costante di Hubble

Il team di Adam Riess ha già utilizzato il nuovo catalogo Gaia per ricalcolare H0 dalla distanza delle cefeidi, confermando il divario con le misure ricavate dalla radiazione fossile.

Pubblicato in Spazio & Astronomia
Venerdì, 20 Maggio 2016 07:11

Uno sguardo estremo

Alcuni fotogrammi tratti da uno spettacolare video prodotto dal National Observatory giapponese mostrano graficamente i risultati del FastSound Project; utilizzando il telescopio Subaru, ci si è spinti ad indagare sulla distribuzione e il tasso di formazione stellare di galassie lontane ben 13 miliardi di anni, dunque primordiali. I risultati sembrerebbero confermare il modello di espansione dell'universo con la costante cosmologica prevista da Einstein.

Pubblicato in Immagine del giorno

L'U.S. Department of Energy ha dato il via al progetto DESI, il Dark Energy Spectroscopic Instrument che migliorerà la nostra comprensione del ruolo dell'energia oscura nella storia dell'espansione dell'Universo.

Pubblicato in Spazio & Astronomia

Un gruppo di astronomi ungheresi ed americani ha scoperto una struttura, nell'Universo osservabile, così grande che ci vorrebbero 35.000 galassie come la nostra per coprire la stessa distanza.

Pubblicato in Spazio & Astronomia
Giovedì, 19 Marzo 2015 04:16

Lo spostamento verso il rosso

Cos'è davvero il celebre "red shift" delle galassie e come si collega a distanza e tempo di emissione?

Pubblicato in Approfondimenti
Giovedì, 13 Settembre 2012 06:12

L'energia oscura esiste con una certezza del 99.996 %

L'energia oscura (dark energy), la misteriosa sostanza che causerebbe l'espansione dell'Universo, esiste davvero. Queste le affermazioni di un team di astronomi dell'Università di Portsmouth e dell'LMU University di Monaco di Baviera.

Dopo due anni di studi condotti da Tommaso Giannantonio e Robert Crittenden, gli scienziati hanno cocluso che la probabilità della sua esistenza si attesta intorno al 99.996 %.

I loro risultati sono stati pubblicati sulla rivista Royal Astronomical Society (arxiv.org/abs/1209.2125).

Pubblicato in Spazio & Astronomia

Seguici!

Newsletter

Abilita il javascript per inviare questo modulo

Immagine del giorno

NEO news

NEO News

Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2021. Notizie e aggiornamenti sugli asteroidi che passano vicini a noi, sulla...

StatisticaMENTE

Perseverance odometry

Perseverance odometry

I progressi del quinto rover NASA su Marte (aggior...

ISS height

ISS height

Aggiornamento del 15 Giugno [Last update:&nbs...

Insight statistics

Insight statistics

[aggiornato al 14/6 - Sol 905] - Meteoro...

Curiosity odometry

Curiosity odometry

Aggiornato il 14 Giugno [updated on 06/1...

HST orbit

HST orbit

Aggiornamento del 13 giugno [Last update...

[LIBRO] Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno

Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno di Elisabetta BonoraLa pubblicazione ripercorre le gesta della missione interplanetaria NASA / ESA / ASI Cassini–Huygens, che esplorò Saturno e le sue lune dal 2004 al 2017. Le principali fasi del progetto, del lungo viaggio durato sette anni e della missione ultradecennale sono raccontate con semplicità e passione allo scopo di divulgare e ricordare una delle imprese spaziali robotiche più affascinanti ideate dall’uomo. Le meravigliose foto scattate dalla sonda nel sistema di Saturno, elaborate e processate dall’autrice, sono parte centrale della narrazione. Immagini uniche che hanno reso popolare e familiare un angolo remoto del nostro Sistema Solare. 244 pagine.

Acquista