Elisabetta Bonora

Nella vita lavorativa mi occupo di web, marketing e comunicazione, digital marketing. Nel tempo libero sono un'incontenibile space enthusiast e mamma di Sofia Vega. Mi occupo di divulgazione scientifica, attraverso questo web, collaborazioni con riviste del settore e l'image processing delle foto provenienti dalle missioni robotiche. Appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro. Nel 2019 è uscito il mio primo libro "Con la Cassini-Huygens nel sistema di Saturno". Amo le missioni robotiche inviate nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!
Elisabetta Bonora'S Latest stories
Immagini radar di Apophis ottenute durante il suo sorvolo del 2021. Crediti: NASA/JPL-Caltech e NSF/AUI/GBO
GN-z11 si trova nella costellazione dell'Orsa Maggiore, in una regione del cielo studiata dal progetto Great Observatories Origins Deep Survey (GOODS). Crediti: NASA/ESA/CSA/STScI/Brant Robertson (UC Santa Cruz)/Ben Johnson (CfA)/Sandro Tacchella (Cambridge)/Marcia Rieke (Università dell'Arizona)/Daniel Eisenstein (CfA).
Vista stereoscopica derivata dalle simulazioni SPH di Berna. Mostra le conseguenze dell'impatto DART nei primi 30 minuti successivi alla collisione. Crediti: S. D. Raducan (UNIBE)/C. Manzoni/B.H. Maggio Licenza standard ESA
Rappresentazione artistica di un tardigrado nello spazio. Fonte: 'Università della California https://news.ucsb.edu/2022/020502/sending-life-stars)
Questa immagine mostra una proiezione appiattita (Mercator) della vista della sonda Huygens di Titano, luna di Saturno, da 10 chilometri di altitudine. Le immagini che compongono questa visione sono state scattate il 14 gennaio 2005. Crediti: ESA/NASA/JPL/Università dell'Arizona
I cinque satelliti della missione LIFE sono collegati per formare un grande telescopio spaziale. Crediti: ETH Zurigo / Iniziativa LIFE
Cometa 64P. Crediti: Stub Mandrel
La nuova luna di Urano S/2023 U1 scoperta utilizzando il telescopio Magellano il 4 novembre 2023. Urano è appena fuori dal campo visivo in alto a sinistra, come si vede dalla maggiore luce diffusa. Crediti: Scott Sheppard.
I dipendenti di Intuitive Machines festeggiano l'allunaggio. Fonte NASA TV

Alive Universe è un blog di divulgazione scientifica.
Owner e Manager: Elisabetta Bonora