Lunedì 24 Luglio 2017
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

#PhilaeFound - Rosetta ritrova Philae!

Philae identificato nelle immagini della narrow-angle camera di OSIRIS riprese il 2 settembre 2016 da una distanza di 2,7 chilometri dalla cometa. La risoluzione è di 5 cm / pixel.
Philae identificato nelle immagini della narrow-angle camera di OSIRIS riprese il 2 settembre 2016 da una distanza di 2,7 chilometri dalla cometa. La risoluzione è di 5 cm / pixel. Copyright Main image and lander inset: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA; context: ESA/Rosetta/NavCam – CC BY-SA IGO 3.0

Come ogni favola anche la storia della sonda dell'ESA Rosetta ha un lieto fine! A meno di un mese dal termine della missione, le sue fotocamere ad alta risoluzione hanno ritrovato Philae.

Le immagini sono state scattate il 2 settembre 2016 da OSIRIS (Optical, Spectroscopic, and Infrared Remote Imaging System) da una distanza di 2,7 chilometri dalla cometa.
Il piccolo lander appare decisamente incastrato tra le rocce e il suo orientamento spiega tutte le difficoltà riscontrate nelle comunicazioni dal giorno dell'atterraggio.

#PhilaeFound

Ricorderete la sua storia complicata.
Era stato protagonista di un rocambolesco atterraggio il 12 novembre 2014: dopo aver toccato il suolo della cometa 67P/Churyumov-Gerasimenko con grande precisione nel sito prestabilito, Agilkia, non aveva potuto usare gli arpioni e non era riuscito ad ancorarsi alla superficie. Aveva continuato la sua corsa rimbalzando per ben quattro volte, compreso il touchdown finale, fino ad arrivare in quel luogo buio chiamato Abydos.
Dopo circa 57 ore di scienza ed aver esaurito tutta l'energia disponibile, si era addormentato all'1:36 del 15 novembre 2014.
Aveva rotto il silenzio a giugno 2015 con sporadiche ed instabili comunicazioni per poi interrompere di nuovo ogni contatto. Il 27 luglio 2016 ha segnato l'addio definitivo, quando il team ha deciso di spegnere l'Electrical Support System Processor Unit (ESS), cioè l'interfaccia a bordo di Rosetta utilizzata per comunicare con il lander.

Inoltre, fino ad oggi la sua posizione è rimasta sconosciuta, nonostante le varie campagne di ricerca condotte nel corso della missione.
L'area d'interesse, circoscritta a poche decine di metri, conteneva un gran numero di oggetti candidati, troppo piccoli per essere identificati con chiarezza nelle immagini. Ma a 2,7 chilometri di distanza la risoluzione della narrow-angle camera di OSIRIS è di ben 5 centimetri per pixel, finalmente sufficienti per identificare il corpo del lander di appena un metro ed i suoi appoggi.

Ricorderete il panorama 360 gradi del luogo dell'atterraggio ripreso dalla fotocamera CIVA-P a bordo del lander. Ora, finalmente, quei frame trovano una corrispondenza.

#PhilaeFound - la fotocamera OSIRIS a bordo di Rosetta ritrova il lander Philae

L'immagine originale in full-size è disponibile nella nostra gallery.
Crediti: ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA
ESA/Rosetta/Philae/CIVA - Processing: Elisabetta Bonora & Marco Faccin / aliveuniverse.today

#PhilaeFound

"Questa bella notizia significa che ora possiamo contestualizzare correttamente i tre giorni di scienza", ha dichiarato Matt Taylor, scienziato della missione all'ESA.

#PhilaeFound

Notare la posizione del trapano SD2 che aveva eseguito con successo tutte le operazioni ma senza risultati.
Copyright ESA/Rosetta/MPS for OSIRIS Team MPS/UPD/LAM/IAA/SSO/INTA/UPM/DASP/IDA

Il ritrovamento sembra proprio essere il premio di fine missione.
Il 30 settembre segnerà la fine dell'avventura di Rosetta che eseguirà un impatto controllato alle 10:30 UTC nella regione Ma’at sul piccolo lobo della cometa 67P/Churyumov–Gerasimenko.

Altre info su questo post:

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
In cerca di una nuova occupazione, negli ultimi anni mi sono occupata di digital advertising, web e video analytics.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

5 commenti

  • Link al commento Elisabetta Bonora Sabato, 10 Settembre 2016 11:59 inviato da Elisabetta Bonora

    Ciao Claudio, una risposta parziale alla tua domanda in fondo al post: http://aliveuniverse.today/speciale-missioni/sistema-solare/rosetta/2546-rosetta-terminera-la-sua-missione-vicino-al-pozzo-deir-el-medina

  • Link al commento Claudio Costerni Sabato, 10 Settembre 2016 00:39 inviato da Claudio Costerni

    Livio, anch'io sai ci avevo pensato, ma avevo messo mentalmente una pietra tombale sull'argomento, interpretando quel comando di spegnimento inviato a Philae come una operazione one way, volutamente definitiva, senza possibilità tecnica di ripristino, esattamente come avverrà fra pochi giorni con Rosetta.

    Si, Eleonora, avevo letto quella frase ed ho anche scritto il testo qui sotto a Markus Bauer all'ESA, ma non ho ricevuto risposta:

    》It would be great to be able to do at least one more flight over Philae, a lot closer, suitable to take large image of it and the ground around, maybe before the final descent, prior to touch the ground and turn off Rosetta forever.

    Apart from the remaining scientific analysis to be completed, that are important, in my opinion, would be an unique and unrepeatable opportunity, to not be wasted.

    Documenting photographically the probe with a closer view, would be a bit like the images of the LEM on the Moon, or the boot of Armstrong and his footprints on the lunar surface, a photographic document even more lively and eloquent about this and human intelligence, that could remain imprinted forever (maybe ...) in history, an eternal reminder of a mission extraordinarily interesting and stimulating.
    Is it possible?

  • Link al commento Elisabetta Bonora Mercoledì, 07 Settembre 2016 09:39 inviato da Elisabetta Bonora

    Ciao Claudio, non so se sono in programma altre riprese ma l'ultima frase pubblicata nel loro post lascia intendere che ci sono altre immagini:
    "Further information on the search that led to the discovery of Philae, along with additional images, will be made available soon".
    Certo che Rosetta volerà molto vicino al nucleo il 30 settembre ed impatterà non lontano da lì. Chissà che non faccia qualche foto dell'ultimo minuto!

  • Link al commento Livio Martedì, 06 Settembre 2016 20:03 inviato da Livio

    Claudio io invece oso chiedermi anche, visto il passaggio ravvicinato e la posizione certa, se mai fosse possibile un ultimo tentativo di contatto con la riaccensione del modulo apposito su rosetta...

  • Link al commento Claudio Costerni Lunedì, 05 Settembre 2016 21:45 inviato da Claudio Costerni

    Elisabetta tu sai se sarà possibile od è già previsto, dato questo fortunoso ritrovamento, prima del contatto finale col suolo da parte di Rosetta, un sorvolo ancora più ravvicinato idoneo per inquadrare da vicino Philae?
    A parte le residue analisi scientifiche da completare e che hanno la loro importanza, sarebbe, per il mio modo di vedere, un'occasione unica ed irripetibile da non sprecare.
    Documentare fotograficamente la sonda, riprendendola da più vicino, sarebbe un po' come le immagini del LEM sulla Luna, o lo scarpone di Armstrong e le sue impronte sul suolo lunare, un documento fotografico ancora più vivo ed eloquente dell'ingegno umano che resterebbe inciso per sempre (... forse) nella storia, a perenne ricordo di un'impresa straordinariamente interessante e stimolante.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Luglio 2017
L M M G V S D
1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 21 Luglio.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - Europa - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.