Sabato 19 Agosto 2017
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Juno: arrivano immagini e dati dal primo perigiove

Juno: Perigiove 01 - polo nord e sud
Juno: Perigiove 01 - polo nord e sud Credit: NASA/JPL-Caltech/SwRI/MSSS - Processing: Elisabetta Bonora & Marco Faccin / aliveuniverse.today

Il 27 agosto la sonda della NASA Juno ha eseguito con successo il suo primo passaggio ravvicinato su Giove, volando a soli 4.200 chilometri al di sopra delle nubi del gigante gassoso.
Gli strumenti erano tutti operativi ed il primi dati non hanno tardato ad arrivare, comprese alcune foto inedite del polo nord del pianeta.

Nel complesso, ci è voluto un giorno e mezzo per ricevere i sei megabyte di informazioni raccolte durante sei ore del fly-by, dal polo nord al polo sud di Giove.
"Il primo scorcio del polo nord del pianeta è diverso da qualsiasi cosa abbiamo visto o immaginato prima. E' molto più blu lassù rispetto ad altre parti del pianeta e ci sono un sacco di tempeste. Non c'è alcun segno di bande o cinture a cui siamo abituati tanto che da questa vista è difficile riconoscere Giove", ha detto Scott Bolton, ricercatore principale della missione presso il Southwest Research Institute in San Antonio.
"Stiamo notando che le nuvole hanno delle ombre, forse sono ad una quota più alta rispetto ad altre caratteristiche".

Giove, tempesta al polo nord. Dettaglio.In apertura, una nostra elaborazione delle immagine raw dei poli nord e sud ripresi con i filtri rosso, verde e blu il 27 agosto alle 11:59 UTC ed alle 13:56 UTC rispettivamente (le ultime raw rilasciate sono disponibili qui e qui).
Il polo nord, a sinistra, risale ad un paio d'ore prima del massimo avvicinamento, quando la sonda si trovava ad una distanza di 73.009 chilometri dalla cima delle nuvole. Questa vista include un dettaglio interessante: in alto sul terminatore, una tempesta piuttosto importante sembra avere una consistente struttura verticale.
Il polo sud, a destra, è stato invece fotografato da una distanza di 95.096 chilometri.
Il file full-size può essere scaricato dalla nostra gallery.

Ma oltre alle JunoCam, il Jovian Infrared Auroral Mapper (JIRAM), fornito dall'Italia, ha acquisito alcune foto straordinarie della regione polare nell'infrarosso.
"Questa prima vista dei poli nord e sud di Giove sta mostrando punti caldi e freddi mai visti prima", ha commentato Alberto Adriani, ricercatore dell’INAF e scienziato principale dello strumento.
"E, nonostante sapessimo che le prime immagini in infrarosso del polo sud di Giove avrebbero potuto rilevare un'aurora meridionale, siamo rimasti sorpresi nel vederla per la prima volta. Nessun altro strumento, né dalla Terra né dallo spazio, è stato in grado di vedere l'aurora australe prima d'ora. Vediamo un’aurora molto luminosa e strutturata. L'alto livello di dettaglio delle immagini ci dirà di più sulla sua morfologia e dinamica".

Aurora al polo sud di Giove, catturata dallo strumenti JIRAM infrarosso, tra i 3,3 edi 3,6 micron.

Aurora al polo sud di Giove, catturata dallo strumenti JIRAM infrarosso, tra i 3,3 ed i 3,6 micron, le lunghezze d'onda degli ioni di idrogeno eccitati.
L'immagine è stata ottenuta assemblando tre scatti consecutivi.
Crediti: NASA/JPL-Caltech/SwRI/ASI/INAF/JIRAM

Il video mostra le sessioni di calibrazione di JIRAM. Lo strumento sonda il pianeta da sud a nord in un filmato composto da 580 fotogrammi, raccolti in un perido di 9 ore che coprono quasi una rotazione completa di Giove. Il colore rosso mappa l'emissione termica a lunghezze d'onda intorno a 4,8 micron, il blu mappa l'aurora a lunghezze d'onda intorno a 3,45 micron.

Un altro set di dati unico è stato raccolto dal Radio/Plasma Wave Experiment (Waves) che ha registrato le emissioni radio del pianeta.
"Giove sta parlando con noi in un modo in cui solo i giganti gassosi sanno fare", ha detto Bill Kurth, ricercatore dello strumento.
"Le onde rilevate hanno la firma delle particelle energetiche che generano le aurore che circondano il polo nord di Giove. Ora cercheremo di capire da dove vengono gli elettroni e cosa li genera".

Altre info su questo post:

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
In cerca di una nuova occupazione, negli ultimi anni mi sono occupata di digital advertising, web e video analytics.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Agosto 2017
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 18 Agosto.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - Europa - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.