Mercoledì 1 Marzo 2017
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

ExoMars salva per miracolo: Breeze-M esploso dopo la separazione

Un frame della sequenza ripresa dall'Osservatorio OASI in cui sono stati identificati diversi frammenti.
Un frame della sequenza ripresa dall'Osservatorio OASI in cui sono stati identificati diversi frammenti. Copyright OASI Observatory team; D. Lazzaro, S. Silva

I rumor apparsi in rete qualche giorno fa, mi avevano lasciata piuttosto perplessa ma quanto pare ExoMars ha veramente "rischiato la pelle" durante il lancio del 14 marzo, con lo stadio superiore del vettore Proton-M, il Breeze-M, esploso subito dopo la separazione.

In base a quanto riportato sul sito universetoday.com, la conferma arriva direttamente da Michel Denis, direttore di volo all'European Space Operations Center di Darmstadt, Germania, il quale ha dichiarato che l'esplosione si è verificata a molti chilometri di distanza da ExoMars e perciò non c'è stato alcun pericolo. In ogni caso, la conferma definitiva sullo stato di salute della sonda potrà arrivare solo nelle prossime settimane, quando verranno accesi e testati tutti gli strumenti scientifici.

Il sospetto che qualcosa fosse andato storto è arrivato analizzando le immagini catturate dall'Osservatorio OASI in Brasile (un frame in apertura) che mostravano un oggetto più luminoso, identificato come la sonda, "circondato da almeno altri sei deboli punti, possibili componenti dello stadio superiore", cita testualmente la pagina del Near-Earth Object Coordination Centre dell'ESA.

Così il russo Anatoly Zak aveva avanzato alcuni sospetti nel suo articolo pubblicato sul sito popularmechanics.com.
Il Breeze-M, infatti, si sarebbe dovuto separare da ExoMars in un unico pezzo senza produrre frammenti aggiuntivi e avrebbe dovuto accendere il propulsore due volte per allontanarsi e dirigersi in una sorta di "cimitero" spaziale, ossia in un'orbita dove finisce tutta la spazzatura dei lanci o i vettori e le sonde alla fine della loro vita. Zak scrive che, "secondo fonti del settore spaziale russo, la prima delle due manovre previste è avventa regolarmente ed è durata 12 secondi ed una volta a distanza di sicurezza da ExoMars, il Breeze-M avrebbe dovuto accendere di nuovo il propulsore, questa volta per 1,5 minuti, per consumare tutto il propellente rimasto a bordo". Ma per una fatale casualità, sembra che la Russia non avesse il monitoraggio sotto controllo in quei momenti con i due telescopi preposti, in Australia ed in Bolivia, entrambi fuori uso.
Sempre secondo Zak, uno dei serbatoi del carburante del Breeze-M potrebbe non essere sufficientemente ventilato nello spazio ed esplodere al calore del Sole, cosa che sarebbe già successa il 16 gennaio, durante il lancio di un satellite spia e ad ottobre 2012.

Tuttavia, osservando le immagini incriminate, mi sembrava che i detriti volassero un po' troppo vicino ad ExoMars per non aver creato danni e così avevo deciso di non pubblicare subito la notizia ma di aspettare eventuali sviluppi. Bene, ora una spiegazione più convincente è apparsa direttamente sul sito dell'ESA come update nella didascalia dell'animazione:

(UPDATE 23 March 2016) The original caption for the large image above, published on 17 March, stated that it showed ESA's ExoMars Trace Gas Orbiter (TGO) as a bright object at centre, following separation from the Breeze-M upper stage of the Proton rocket that delivered the spacecraft into an interplanetary orbit on 14 March.

Following additional analysis by teams at ESA’s Near-Earth Object Coordination Centre, it has become clear that TGO is in fact not in this image – it was already further ahead and beyond the frame. Thus all of the moving objects in this image are related to the Breeze-M.

We apologise for the initially erroneous information. The caption below has been updated.

In sostanza, l'oggetto luminoso inizialmente identificato come ExoMars nella sequenza dell'Osservatorio OASI, non è è ExoMars che in quel momento era ben più distante e fuori del campo visivo ma, tutti gli oggetti nella ripresa sono stati catalogati come detriti del Breeze-M. Ora, sarebbe interessante capire quale rotta stanno seguendo!

Altre info su questo post:

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Dal 2009 elaboro le immagini raw delle missioni spaziali insieme a Marco Faccin ed ho creato questo blog ad agosto 2012, in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte.
Per lavoro mi occupo di digital advertising, web e video analytics presso Shiny (SV – Italia) ma passo la maggior parte del tempo libero su questo sito e tra i cataloghi delle foto scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Marzo 2017
L M M G V S D
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

Dal nostro album di Flickr

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 28 Febbraio.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - emisfero nord - Credit: NOAA/Ovation

Aurora - emisfero sud - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.