Sabato 10 Dicembre 2016
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Una nuova mappa da 219 milioni di stelle per la Via Lattea

Un nuovo impressionante ritratto delle zona nord visibile della nostra Via Lattea è stato realizzato da Geert Barentsen dell'Università dell'Hertfordshire, mettendo insieme dieci anni di osservazioni con l'Isaac Newton Telescope (INT) a La Palma, nelle Isole Canarie.
Lo scatto straordinario è stato pubblicato sulla rivista Royal Astronomical Society.

Via Lattea - 219 milioni di stelle

Due versioni sono disponibili qui: http://star.herts.ac.uk/~hfarnhill/iphas-imap-copper-linear.png - http://star.herts.ac.uk/~hfarnhill/iphas-imap-copper-sqrt.png
Credit: Hywel Farnhill, University of Hertfordshire

Un nuovo impressionante ritratto delle zona nord visibile della nostra Via Lattea è stato realizzato da Geert Barentsen dell'Università dell'Hertfordshire, mettendo insieme dieci anni di osservazioni con l'Isaac Newton Telescope (INT) a La Palma, nelle Isole Canarie.
Lo scatto straordinario è stato pubblicato sulla rivista Royal Astronomical Society.

Posizione del Sistema Solare nella Via Lattea - fonte: http://en.wikipedia.org/wiki/Milky_WayCi sono posti (pochi purtroppo!) sulla Terra dove il cielo di notte è ancora molto scuro. Lontano dall'inquinamento luminoso, la Via Lattea appare come una banda biancastra che lo attraversa. E' il disco della nostra galassia, che si estende per 100.000 anni luce, visto dal nostro punto di osservazione piuttosto marginale.
Il disco contiene la maggior parte delle stelle, compreso il Sole, e le più alte concentrazioni di polveri e gas.

Ad occhio nudo fatichiamo a distinguere i singoli oggetti in questa affollata regione del cielo ma non è stato certo un problema per lo specchio da 2,5 metri del telescopio INT, che ha permesso agli scienziati di risolvere e tracciare 219 milioni di stelle separatamente, più luminose della magnitudine 20, ossia 1 milione di volte più deboli di quelle che può vedere l'occhio umano.

Utilizzando il catalogo IPHAS DR2 ("The second data release of the INT Photometric Hα Survey of the Northern Galactic Plan"), gli scienziati hanno messo insieme una vista estremamente dettagliata del disco della nostra Galassia.

Con questa release, la squadra sta offrendo alla comunità mondiale un libero accesso alle misurazioni effettuate attraverso due filtri, luce rossa al limite dello spettro visibile e una banda più stretta per catturare la riga di emissione dell'idrogeno H-alfa, che consente un'acquisizione migliore delle nebulose.

L'immagine in apertura è un estratto della mappa nella lunghezza d'onda del rosso fino a magnitudine 19.
Sugli assi è riportata la latitudine e longitudine galattica.
Anche se questa è solo una sezione del mosaico completo, i modelli di oscuramento dovuti alla polvere interstellare sono ben visibili.
Questa immagine contiene 600 x 2.400 punti di dati indipendenti, ognuno dei quali rappresenta il numero di stelle all'interno di celle di 1x1 minuti d'arco (1 minuto d'arco è 1/60 ° di grado). Nella mappa originale, ciascuna cella è formata da 32.000 pixel. La risoluzione angolare effettiva dei dati è vicino ad 1 secondo d'arco (1/3.600 di un grado).
La sezione in apertura mostra il bordo del Braccio del Sagittario (nei pressi dei 60 gradi di longitudine) e il complesso delle nubi molecolari Cygnus-X (a circa 80 gradi di longitudine).

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Dal 2009 elaboro le immagini raw delle missioni spaziali insieme a Marco Faccin ed ho creato questo blog ad agosto 2012, in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte.
Per lavoro mi occupo di digital advertising, web e video analytics presso Shiny (SV – Italia) ma passo la maggior parte del tempo libero su questo sito e tra i cataloghi delle foto scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Dicembre 2016
L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Dal nostro album di Flickr

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 8 Dicembre.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - emisfero nord - Credit: NOAA/Ovation

Aurora - emisfero sud - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.