Sabato 10 Dicembre 2016
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Una nuova era astronomica inaugurata dai risultati del telescopio spaziale NASA Kepler

Gli scienziati di tutto il mondo si sono riuniti questa settimana presso l'Ames Research Center di Moffett Field, in California, per discutere dei grandi risultati del telescopio spaziale della NASA Kepler: la scoperta di 833 nuovi pianeti candidati di cui 104, sarebbero i nuovi e strani mondi che potrebbero ospitare la vita.

Dei 104 pianeti identificati, 10 sono più piccoli della Terra e orbitano nella zona abitabile della loro stella, dove potrebbe esistere l'acqua allo stato liquido in superficie.

NASA Kepler pianeti extrasolari

Credit: SETI

Gli scienziati di tutto il mondo si sono riuniti questa settimana presso l'Ames Research Center di Moffett Field, in California, per discutere dei grandi risultati del telescopio spaziale della NASA Kepler: la scoperta di 833 nuovi pianeti candidati di cui 104, sarebbero i nuovi e strani mondi che potrebbero ospitare la vita.

Dei 104 pianeti identificati, 10 sono più piccoli della Terra e orbitano nella zona abitabile della loro stella, dove potrebbe esistere l'acqua allo stato liquido in superficie.

In questa stessa occasione, due anni fa, fu annunciato il primo pianeta nella zona abitabile: Kepler-22b. Da allora sono stati confermati altri quattro candidati nella fascia abitabile, di cui due appartenenti allo stesso sistema stellare, Kepler-62e e Kepler-62f.

Un nuovo studio dei dati Kepler, suggerisce che la maggior parte delle stelle della nostra Galassia ha almeno un pianeta.

"L'impatto dei risultati della missione Kepler sulla ricerca degli esopianeti e sull'astrofisica stellare è rafforzato dalla presenza di quasi 400 scienziati provenienti da 30 diversi paesi alla Kepler Science Conference", ha detto William Borucki, ricercatore presso l'Ames.

NASA Kepler pianeti extrasolari

Credit: NASA

Dai primi tre anni di dati rilevati da Kepler, sono emersi oltre 3.500 potenziali mondi: dall'ultimo aggiornamento del mese di gennaio, il numero è aumentato del 29%, ed ora ammontano a 3.538.

L'analisi condotta da Jason Rowe, ricercatore presso il SETI Institute di Mountain View, California, ha stabilito che il maggiore incremento, del 78%, si è verificato proprio tra i pianeti delle dimensioni della Terra, sulla base di osservazioni condotte da maggio 2009 a marzo 2012.

La statistica suggerisce che una stella su cinque, come il nostro Sole, ospita nella fascia abitabile almeno un pianeta fino a due volte la dimensione della Terra e, se questi risultati si applicano a tutta la Galassia, allora il pianeta ospitale più vicino potrebbe trovarsi a soli 12 anni luce da noi.

I dati della sonda Kepler hanno aperto la strada anche ad un nuovo campo dell'astronomia, l'asterosismologia.
Con questa scienza, i ricercatori studiano le proprietà interne delle stelle misurandone le oscillazioni di superficie, proprio come geologi utilizzano onde sismiche generate dai terremoti per sondare la struttura interna della Terra.

NASA Kepler fieldof view

Credit: Erik A. Petigura

Kepler ha smesso di rilevare dati lo scorso 11 maggio quando si sono manifestati ulteriori problemi ai giroscopi, necessari per mantenere l'assetto, ma per quattro anni il telescopio spaziale ha monitorato oltre 150.000 stelle nella costellazione del Cigno, simultaneamente e contemporaneamente, registrando una misurazione ogni 30 minuti.
Nonostante la missione abbia perciò subito un arresto prematuro, un intero anno di dati deve ancora essere analizzato.

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Dal 2009 elaboro le immagini raw delle missioni spaziali insieme a Marco Faccin ed ho creato questo blog ad agosto 2012, in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte.
Per lavoro mi occupo di digital advertising, web e video analytics presso Shiny (SV – Italia) ma passo la maggior parte del tempo libero su questo sito e tra i cataloghi delle foto scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Dicembre 2016
L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Dal nostro album di Flickr

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 8 Dicembre.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - emisfero nord - Credit: NOAA/Ovation

Aurora - emisfero sud - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.