Sabato 10 Dicembre 2016
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Il telescopio spaziale della NASA Spitzer osserva la cometa ISON

La ISON è ormai costantemente sotto osservazione: il 13 giugno 2013 il telescopio spaziale della NASA Spitzer ha ripreso la cometa per 24 ore, durante il suo primo viaggio nel Sistema Solare interno.

La campagna era già in programma: ne avevamo parlato nella timeline riportata nel post "LA TIMELINE DELL'INSIDIOSO VIAGGIO DELLA COMETA ISON".

 ISON 13 giugno 2013 NASA Spitzer

Credit: NASA/JPL-Caltech/JHUAPL/UCF

La ISON è ormai costantemente sotto osservazione: il 13 giugno 2013 il telescopio spaziale della NASA Spitzer ha ripreso la cometa per 24 ore, durante il suo primo viaggio nel Sistema Solare interno.

La campagna era già in programma: ne avevamo parlato nella timeline riportata nel post "LA TIMELINE DELL'INSIDIOSO VIAGGIO DELLA COMETA ISON".

Le immagini sono state riprese con le fotocamere dello Spitzer nelle lunghezze d'onda del vicino infrarosso, 3.6 micron (a sinistra) and 4.5 micron (a destra): l'"effervescenza" dalla sua superficie è probabilmente dominata da emissioni di anidride carbonica che formano una coda di 300.000 chilometri.

"Stimiamo che ISON sta rilasciando circa 1 milione di chilogrammi di anidride carbonica e circa 54,4 milioni di chilogrammi di polvere, ogni giorno", spiega Carey Lisse, a campo della Comet ISON Observation Campaign della NASA.

Lo Spitzer ha ripreso la cometa quando si trovava a circa 502 milioni di chilometri dal Sole, 3,35 volte più lontano della Terra.

La cometa ISON (ufficialmente nota come C/2012 S1) ha un diametro inferiore a 4,8 chilometri e pesa tra i 3,2 miliardi e 3.200 miliardi di chilogrammi ma è ancora troppo lontana così la sua vera dimensione e la densità non sono stati determinati con precisione.

Come tutte le comete, ISON è una "palla di neve sporca", un insieme di polveri e gas congelati, acqua, ammoniaca, metano e biossido di carbonio. Alcuni di questi elementi sono i mattoni fondamentali che hanno portato alla formazione dei pianeti 4,5 miliardi anni fa.

Dalla lontana Nube di Oort ha intrapreso il suo viaggio verso di noi 10.000 anni fa e il 28 novembre prossimo raggiungerà il suo perielio passando a 1,16 milioni di chilometri dal Sole.

Mano mano che si avvicina alla nostra stella, si riscalderà gradualmente: i gas verranno rilasciati ma la sua attività sarà dominata dall'anidride carbonica fino a circa 3 AU, ossia 3 volte la distanza Terra - Sole. Gli astronomi definiscono questo limite "snow line" e per ISON si verificherà proprio tra luglio ed agosto quando la cometa si avvicinerà a Marte.

ISON è stata individuata il 21 settembre 2012, da due astronomi russi, Vitali Nevski e Artyom Novichonok, quando si trovava tra le orbite di Giove e Saturno: una scoperta abbastanza precoce per una cometa, probabilmente resa possibile dalle abbondanti emissioni, un'opportunità unica di studio.

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Dal 2009 elaboro le immagini raw delle missioni spaziali insieme a Marco Faccin ed ho creato questo blog ad agosto 2012, in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte.
Per lavoro mi occupo di digital advertising, web e video analytics presso Shiny (SV – Italia) ma passo la maggior parte del tempo libero su questo sito e tra i cataloghi delle foto scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Dicembre 2016
L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Dal nostro album di Flickr

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 10 Dicembre.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - emisfero nord - Credit: NOAA/Ovation

Aurora - emisfero sud - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.