Sabato 10 Dicembre 2016
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Raccolti diversi frammenti del meteorite russo: ancora interrogativi sulla vera natura dell'oggetto

Da quando il 15 febbraio scorso un palla di fuoco ha attraversato i cieli della Russia nella regione degli Urali esplodendo a bassa quota e precipitando a Terra con diversi frammenti, è iniziata una vera e propria corsa ai souvenir.

Il raro evento inaspettato si era verificato proprio lo stesso giorno di un altr'altra grande circostanza astronomica: il flyby ravvicinato dell'asteroide 2012 DA14.

Meteorite russo 15 febbraio 2013

Credit: RIA Novosti.

Da quando il 15 febbraio scorso un palla di fuoco ha attraversato i cieli della Russia nella regione degli Urali esplodendo a bassa quota e precipitando a Terra con diversi frammenti, è iniziata una vera e propria corsa ai souvenir.

Il raro evento inaspettato si era verificato proprio lo stesso giorno di un altr'altra grande circostanza astronomica: il flyby ravvicinato dell'asteroide 2012 DA14.

Diversi frammenti sono stati raccolti nei pressi del lago ghiacciato nella regione di Chelyabinsk, dove gli effetti della meteora sono stati più violenti provocando diversi danni alle strutture e molti feriti.

La provenienza extraterrestre dei primi 53 reperti è stata confermata nelle prime ore di questo lunedì dalla Urals Federal University.

Meteorite russo 15 febbraio 2013

Credit: Denis Panteleev

Viktor Grokhovsky, membro dell'Accademia Russa delle Scienze, capo delle operazioni scientifiche, è convinto che questi ritrovamenti costituiscono solo una minima parte dei frammenti sparsi nell'area di impatto di almeno 100 chilometri quadrati.

Subacquei militari hanno trascorso già diversi giorni sul fondo del lago alla ricerca di parti del meteorite, ancora senza risultato, ostacolati dalla scarsa visibilità.

Tra i frammenti recuperati finora nessuno ha un diametro maggiore di 1 centimetro e suggeriscono che il meteorite era composto da un 10% di ferro, con tracce di solfiti e olivina.
Ma, nonostante ancora non sia stato rinvenuto, Grokhovsky è convinto che debbano esistere frammenti di almeno 50 centimetri.

Meteorite russo 15 febbraio 2013

Credit: RIA Novosti. Chelyabinsk regional department of the Russian Interior Ministry

"E' stato un meteorite roccioso che appartiene a una classe di condriti ordinarie", ha detto Grokhovsky, comunque, l'oggetto più grosso a colpire la Terra negli ultimi 100 anni.

Tuttavia, all'interno della comunità scientifica sembra esserci una certa divergenza di opinioni sull'esatta natura dell'oggetto.
Alcuni esperti sostengono infatti, che possa essersi trattato di una cometa.

"La sua massa doveva essere principalmente ghiaccio, di cui non rimane traccia", sostiene Alexander Bagrov dell'Accademia Russa delle Scienze.

E così la storia di Tunguska sembra ripetersi anche sotto questo aspetto: per decenni gli scienziati sostennero che l'esplosione era stata causata da una piccola cometa e non da un meteorite, a causa dell'assenza di un evidente cratere da impatto.

Il meteorite russo probabilmente sarà chiamato Chebarkul dal nome del lago e dell'omonima cittadità, nella regione di Chelyabinsk, dove è caduto.

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Dal 2009 elaboro le immagini raw delle missioni spaziali insieme a Marco Faccin ed ho creato questo blog ad agosto 2012, in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte.
Per lavoro mi occupo di digital advertising, web e video analytics presso Shiny (SV – Italia) ma passo la maggior parte del tempo libero su questo sito e tra i cataloghi delle foto scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Dicembre 2016
L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Dal nostro album di Flickr

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 8 Dicembre.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - emisfero nord - Credit: NOAA/Ovation

Aurora - emisfero sud - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.