Giovedì 17 Agosto 2017
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Una nuova tempesta appare su Nettuno

La nuova tempesta su Nettuno, osservata con il W. M. Keck Observatory tra il 26 giugno ed il 2 luglio 2017.
La nuova tempesta su Nettuno, osservata con il W. M. Keck Observatory tra il 26 giugno ed il 2 luglio 2017. Crediti: N. MOLTER/I. DE PATER, UC BERKELEY/C. ALVAREZ, W. M. KECK OBSERVATORY

Una nuova tempesta grande quasi quanto la Terra è apparsa nella zona equatoriale di Nettuno. Osservata con il W. M. Keck Observatory a Mauna Kea, nelle Hawaii, ha sorpreso gli scienziati che non avevano mai rilevato sistemi nuvolosi in quella regione.

 "Normalmente, questa zona è davvero tranquilla e vediamo le nuvole luminose solo nelle fasce alle medie latitudine, per cui una nube così enorme all'equatore è spettacolare", ha dichiarato nel report Ned Molter, lo studente dell'University of California, Berkeley, che ha notato il fenomeno.

Questo gigantesco sistema nuvoloso si estende per

circa 9.000 chilometri

(cioè 1/3 circa il raggio di Nettuno o circa 3/4 le dimensioni della Terra) e per almeno

30 gradi in latitudine e longitudine.

Tra il 26 giugno ed il 2 luglio ha manifestato la sua massima luminosità.

I dati hanno dimostrato che siamo in presenza di una nuova formazione, non associata al vortice scuro osservato da Hubble nel 1994, dopo la scomparsa dell'iconica "Grande Macchia Scura" (Great Dark Spot) fotografata dalla Voyager 2 nel 1989.
Questi sono sistemi di alta pressione generalmente accompagnati da nubi brillanti, dette "nubi compagne", che si formano da un probabile congelamento in cristalli di ghiaccio del metano quando il flusso d'aria viene perturbato e spinto verso l'alto.

Anche qui, all'origine deve esserci un vortice di alta pressione, mentre le nuvole bianche sono tenute insieme dai venti che imperversano nell'atmosfera.
Tuttavia, è "difficile spiegare fisicamente un vortice di lunga durata all'equatore", dicono gli scienziati. Ma c'è un'altra possibilità: potrebbe trattarsi di un'enorme nube convettiva, simile a quelle che si vedono occasionalmente su altri pianeti come la grande tempesta di Saturno apparsa nel 2010 e seguita nella sua evoluzione dalla sonda Cassini.
"Ciò dimostra che ci sono cambiamenti estremamente drastici nelle dinamiche dell'atmosfera di Nettuno e forse questo è un evento meteorologico stagionale che può avvenire ogni qualche decennio o giù di lì", ha commentato il co-autore dello studio.

Nettuno è il pianeta più ventoso del nostro Sistema Solare, con il vento che all'equatore raggiunge e supera i 1.500 chilometri orari (per avere un'idea, un uragano di categoria 5 sulla Terra ha venti a 250 chilometri orari).
Impiega 160 anni per compiere un' orbita attorno al Sole, per cui le stagioni durano mediamente 40 anni.

Ora, il team spera di ottenere altre sessioni al W. M. Keck per osservare il pianeta e cercare di seguire l'evoluzione del fenomeno.

Altre info su questo post:

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
In cerca di una nuova occupazione, negli ultimi anni mi sono occupata di digital advertising, web e video analytics.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Agosto 2017
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 15 Agosto.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - Europa - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.