Giovedì 8 Dicembre 2016
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Il radar vede 2015 TB145, probabilmente lo scheletro di una cometa estinta

Una delle immagini radar riprese ieri da Arecibo. Versione ufficiale (a sinistra) e versione processata (a destra) per evidenziare la curiosa e sinistra somiglianza con un teschio
Una delle immagini radar riprese ieri da Arecibo. Versione ufficiale (a sinistra) e versione processata (a destra) per evidenziare la curiosa e sinistra somiglianza con un teschio Credits: NAIC-Arecibo/NSF - Processing: M.Di Lorenzo (DILO)

L' "asteroide di Halloween" che oggi pomeriggio passerà alla minima distanza dalla Terra è stato osservato da Arecibo e ha una sinistra somiglianza con un teschio; potrebbe trattarsi una vecchia cometa esaurita.

Ne avevamo già parlato 9 giorni fa: anche se non si tratta di un incontro particolarmente ravvicinato, l'oggetto è decisamente interessante sia per le dimensioni sia per l'orbita insolitamente eccentrica che lo rende più simile a una cometa a corto periodo che ad un asteroide.

 Gli scienziati che hanno osservato 2015 TB145 con l'Infrared Telescope Facility della NASA (IRTF) su Mauna Kea, hanno stabilito che l'ipotesi più probabile è che si tratti di una cometa morta che ha disperso le sostanze volatili nei numerosi passaggi intorno al sole. La "cometa tardiva" è stata osservata anche da telescopi e radar di tutto il mondo, offrendo altri dati, tra cui le prime viste ravvicinate della sua superficie. Le prime immagini radar sono state generate on il radiotelescopio da 305 metri della National Science Foundation ad Arecibo in Porto Rico; esse hanno una risoluzione di 7.5 m/pixel e mostrano che l'oggetto è di forma approssivamente sferica, con diametro di 600 metri e periodo di rotazione di circa cinque ore.

asteroide 2015 tb145 animazione

Animazione dei 7 frames riportati più in basso - Credits: NAIC-Arecibo/NSF

"I dati IRTF possono indicare che l'oggetto potrebbe essere una cometa morta, ma nelle immagini Arecibo sembra avere indossato un costume da scheletro per il suo flyby Halloween", ha detto Kelly Veloce, scienziato IRTF. Gestito dalla University of Hawaii per la NASA, il telescopio del IRTF da 3 metri ha raccolto dati infrarossi sull'oggetto ricavando la sua temperatura e, quindi, dati più precisi sulla riflettività e sulle dimensioni effettive. I dati potranno finalmente mettere a tacere il dibattito che 2015 TB145, con la sua orbita insolita, possa essere un asteroide o una cometa.

2015TB145 Arecibo 1

Sequenza completa di riprese fatte ieri da Arecibo. - Credits: NAIC-Arecibo/NSF - Processing: M.Di Lorenzo (DILO)

 "Abbiamo scoperto che l'oggetto riflette il 6% della luce che riceve dal sole", ha detto Vishnu Reddy, un ricercatore presso il Planetary Science Institute, Tucson, Arizona. "Questo è simile a asfalto fresco e, mentre qui sulla Terra lo considereremmo piuttosto scuro, in realtà è più luminoso di una cometa tipo che riflette solo il 3-5% della luce incidente; questo suggerisce che possa essere di origine cometaria ma inattivo.

 Grazie alle osservazioni radar, anche la precisione con cui ne conosciamo l'orbita ha fatto un balzo in avanti notevole (tecnicamente questo viene espresso tramite il parametro "condition code" che è passato da 6 a 2)*. Adesso sappiamo che alle 17.01 l'oggetto passerà a 486810±9 km dal centro della Terra e, per chi volesse cimentarsi a vederlo con un piccolo telescopio,  ecco una mappa stellare con la traiettoria e gli orari in Tempo Universale; come si può notare, nel momento di massimo avvicinamento e massimo moto proprio, attraverserà l'orsa maggiore ed è quindi ben visibile da tutto l'emisfero Nord non illuminato.

path

Traiettoria apparente di 2015 TB145 nella giornbata di oggi - credit: Sky & Telescope

 L'asteroide 2015 TB145 è stato scoperto il 10 ottobre scorso, presso l'osservatorio automatizzato Pan-STARRS-1 e, secondo il catalogo degli incontri ravvicinati tenuto dal Minor Planet Center, questo sarà il più vicino approccio noto da parte di un oggetto di queste dimensioni, almeno fino ad agosto 2027, quando l'asteroide 1999 AN10 (800 metri di diametro) si avvicinerà a circa 1 distanza lunare. La prossima volta che TB145 sarà nei pressi della Terra sarà a settembre 2018, quando arriverà a non meno di 38 milioni di chilometri (30 volte più lontano di oggi!).

 *aggiornamento al 4 Novembre: pubblicate nuove effemeridi (definitive?); di seguito un riassunto delle caratteristiche salienti di quelle pubblicate finora, con particolare riferimento alle incertezze sulla distanza minima del 31 Ottobre e su alcuni parametri dell'orbita (semiasse maggiore, eccentricità e inclinazione):

2015TB145 table

Riferimenti:

- http://www.nasa.gov/feature/halloween-skies-to-include-dead-comet-flyby
-
http://neo.jpl.nasa.gov/news/news190.html

Condividi e resta aggiornato!

Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

Sito web: https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Altri articoli di Marco Di Lorenzo (DILO)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Dicembre 2016
L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Dal nostro album di Flickr

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 8 Dicembre.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - emisfero nord - Credit: NOAA/Ovation

Aurora - emisfero sud - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.