Sabato 3 Dicembre 2016
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Un esopianeta troppo grande per la sua stella

Credit ANU
Credit ANU

HATS-6b è davvero l'ennesimo nuovo strano mondo. Scoperto da una equipe austrualiana, manda in crisi le teorie sulla formazione planetaria.

"Abbiamo trovato una piccola stella, con un pianeta gigante delle dimensioni di Giove, in orbita molto vicino", ha detto George Zhou della Research School of Astrophysics and Astronomy.
"Deve essersi formato più lontano e poi deve aver migrato ma le nostre teorie non possono spiegare come ciò sia avvenuto".

La stella ospite, che si trova a 500 anni luce di distanza da noi, è classificata come una nana bruna di classe M, che è uno dei tipi più numerosi nella nostra galassia. Tuttavia, questi astri rimangono poco compresi perché, essendo piuttosto freddi ed emettendo poca luce, sono difficili da studiare. HATS-6, ad esempio, emette solo un ventesimo della luce del nostro Sole ma il team è riuscito ugualmente ad identificare il pianeta in orbita osservando il calo della luminosità nella stella madre nel momento del transito.

La scoperta, avvenuta grazie all'ANU Siding Spring Observatory ed è stata successivamente confermata dal Magellan Telescope in Cile e da un astronomo dilettante, T G Tan, dal cortile della sua casa a Perth.
"TG Tan è stato davvero utile per i nostri progetti. E' stato in grado di catturare il transito del pianeta da Perth, dopo che era uscito dal nostro orizzonte", ha detto Zhou.

Le osservazioni successive del telescopio cileno e gli spettri catturati a Siding Spring, hanno confermato che l'esopianeta ha un'orbita di appena un decimo di quella di Mercurio e compie una rivoluzione intorno alla sua stella ogni 3,3 giorni.

"Il pianeta ha una massa come Saturno ma il suo raggio è simile a Giove, quindi è un bel pianeta gonfio. Dato che la sua è una stella fredda, il pianeta non è così caldo e perciò deve essere molto diverso da quelli che abbiamo osservato finora", ha detto il signor Zhou.

"L'atmosfera di questo pianeta sarà un obiettivo interessante per gli studi futuri".

La ricerca è stata pubblicata sull'Astronomical Journal.

HATS-6b: A WARM SATURN TRANSITING AN EARLY M DWARF STAR, AND A SET OF EMPIRICAL RELATIONS FOR CHARACTERIZING K AND M DWARF PLANET HOSTS [abstract]

We report the discovery by the HATSouth survey of HATS-6b, an extrasolar planet transiting a V = 15.2 mag, i = 13.7 mag M1V star with a mass of 0.57 ${{M}_{\odot }}$ and a radius of 0.57 ${{R}_{\odot }}$. HATS-6b has a period of P = 3.3253 d, mass of ${{M}_{p}}$ = 0.32 ${{M}_{J}}$, radius of ${{R}_{p}}$ = 1.00 ${{R}_{J}}$, and zero-albedo equilibrium temperature of ${{T}_{{\rm eq}}}$ = 712.8 ± 5.1 K. HATS-6 is one of the lowest mass stars known to host a close-in gas giant planet, and its transits are among the deepest of any known transiting planet system. We discuss the follow-up opportunities afforded by this system, noting that despite the faintness of the host star, it is expected to have the highest K-band S/N transmission spectrum among known gas giant planets with ${{T}_{{\rm eq}}}\lt 750$ K. In order to characterize the star we present a new set of empirical relations between the density, radius, mass, bolometric magnitude, and V-, J-, H- and K-band bolometric corrections for main sequence stars with $M\lt 0.80$ ${{M}_{\odot }}$, or spectral types later than K5. These relations are calibrated using eclipsing binary components as well as members of resolved binary systems. We account for intrinsic scatter in the relations in a self-consistent manner. We show that from the transit-based stellar density alone it is possible to measure the mass and radius of a ~0.6 ${{M}_{\odot }}$ star to ~7 and ~2% precision, respectively. Incorporating additional information, such as the $V-K$ color, or an absolute magnitude, allows the precision to be improved by up to a factor of two.

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Dal 2009 elaboro le immagini raw delle missioni spaziali insieme a Marco Faccin ed ho creato questo blog ad agosto 2012, in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte.
Per lavoro mi occupo di digital advertising, web e video analytics presso Shiny (SV – Italia) ma passo la maggior parte del tempo libero su questo sito e tra i cataloghi delle foto scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Dicembre 2016
L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Dal nostro album di Flickr

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 1 Dicembre.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - emisfero nord - Credit: NOAA/Ovation

Aurora - emisfero sud - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.