Mercoledì 7 Dicembre 2016
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

ALMA svela la genesi dei pianeti

ALMA svela la genesi dei pianeti
Credit: ALMA (NRAO/ESO/NAOJ); C. Brogan, B. Saxton (NRAO/AUI/NSF)

Durante una fase di test per verificare le nuove capacità ad alta risoluzione, ALMA (Atacama Large Millimeter/submillimeter Array) ha catturato la migliore foto ottenuta finora di un sistema proto-planetario.

Questa incredibile e sorprendente immagine mostra dettagliatamente il disco di polveri che circonda HL Tau, una stella simile al Sole che si trova a circa 450 anni luce dalla Terra nella costellazione del Toro.

In luce visibile, HL Tauri è nascosta dentro a un guscio massiccio di polvere e gas ma ALMA è in grado di osservare a lunghezze d'onda molto maggiori che permettono di penetrare la nube e studiarne l'interno.

ALMA, così, ha scoperto caratteristiche mai osservate prima: una serie di brillanti anelli concentrici separati da discontinuità, suggerisce che è in corso un processo di formazione planetaria ben avviato, per l'età del sistema. Ciò indica che i pianeti si stanno formano più velocemente del previsto.

"Queste caratteristiche derivano quasi sicuramente dalla presenza di giovani corpi planetari che si stanno formando nel disco. Ciò è sorprendente perché non ci si aspettava che queste stelle giovani avessero un grande numero di corpi planetari in grado di produrre le strutture che vediamo in questa immagine", commenta Stuartt Corder, Vice-Direttore di ALMA.

"Quando abbiamo visto per la prima volta questa fotografia siamo rimasti sconcertati dal livello eccezionale del dettaglio. HL Tauri non ha più di un milione d'anni, eppure il disco appare pieno di pianeti in formazione. Questa immagine da sola rivoluzionerà le teorie di formazione dei pianeti", spiega Catherine Vlahakis, Vice responsabile scientifico del progetto di ALMA e Responsabile Scientifico per la Campagna ALMA Long Baseline.

Le strutture sono viste, in questo scatto, ad una risoluzione angolare di 35 milliarcosecondi, che equivale ad un euro visto da più di 135 chilometri, superiore a quella ottenuta da Hubble.
Le nuove capacità di ALMA sono state raggiunte distanziando le antenne fino a 15 chilometri di distanza.

Tutte le stelle nascono da nubi di gas e polveri sottili che, in regioni collassate sotto l'effetto della gravità, formano nuclei densi e caldi che a un certo punto si accendono per diventare giovani stelle. Queste, a loro volta, sono inizialmente avvolte dal rimanente mix di gas e polvere, che prima o poi si adagia in un disco, noto come disco proto-planetario. A causa delle molte collisioni, le particelle di polvere si attaccano l'una all'altra, crescendo in grumi fino alle dimensioni di granelli di sabbia o sassolini. In ultima analisi, si possono formare nel disco asteroidi, comete e anche pianeti. I giovani pianeti lacerano il disco e creano anelli, lacune e buchi (gap) come quelli visti nelle strutture osservate ora da ALMA.

Immagine come questa, fino ad oggi erano state ottenute solo con modelli computerizzati o rappresentazioni artistiche.

Riferimenti:
https://public.nrao.edu/news/pressreleases/planet-formation-alma

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Dal 2009 elaboro le immagini raw delle missioni spaziali insieme a Marco Faccin ed ho creato questo blog ad agosto 2012, in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte.
Per lavoro mi occupo di digital advertising, web e video analytics presso Shiny (SV – Italia) ma passo la maggior parte del tempo libero su questo sito e tra i cataloghi delle foto scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Dicembre 2016
L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Dal nostro album di Flickr

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 7 Dicembre.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - emisfero nord - Credit: NOAA/Ovation

Aurora - emisfero sud - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.