Giovedì 25 Maggio 2017
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Così i campioni di Marte potrebbero arrivare sulla Terra by ESA

Si presenta come un semplice contenitore sferico ma in realtà potrebbe conservare al suo interno un carico prezioso: i campioni di Marte.

Una missione in grado di riportare a Terra campioni del Pianeta Rosso è uno dei sogni del cassetto più impegnativi di molte Agenzia Spaziali Internazionali e probabilmente grazie a future collaborazioni, diventerà realtà.

ESA Mars Sample Container

Credit: ESA-Anneke Le Floc’h

Si presenta come un semplice contenitore sferico ma in realtà potrebbe conservare al suo interno un carico prezioso: i campioni di Marte.

Una missione in grado di riportare a Terra campioni del Pianeta Rosso è uno dei sogni del cassetto più impegnativi di molte Agenzia Spaziali Internazionali e probabilmente grazie a future collaborazioni, diventerà realtà.

La NASA aveva anticipato una panoramica del programma con una teleconferenza trasmessa i primi di luglio (trovate un dettagliato report in questo post: NASA OBIETTIVO MARTE: NEL 2020 UN ROVER DI NUOVA GENERAZIONE CERCHERÀ TRACCE DI VITA).

Uno dei punti più critici dell'impresa, sarebbe proprio la conservazione dei campioni fino al ritorno a Terra.
Nel mese di gennaio 2013, la NASA aveva affidato ad una squadra composta da 19 membri, tra scienziati ed ingegneri provenienti da vari enti di ricerca, il compito di delineare gli obiettivi della missione.
Il documento di valutazione prevede la raccolta di ben 31 campioni (carotaggi) di suolo e rocce marziane.
I laboratori del rover dovrebbero effettuare una serie di analisi scientifiche preliminari per vagliare i campioni e scegliere quali riportare sulla Terra nei nostri laboratori ma quelli selezionati, dovrebbero rimanere inalterati fino al termine della missione, la cui durata prevista è di almeno 1 anno.

Un robusto contenitore multifunzionale per campioni è, quindi, un anello fondamentale della lunga catena necessarie a realizzare una missione di successo.

D'altra parte, dalle Viking a Curiosity, sappiamo bene quanto sia difficile mantenere un campione incontaminato e, finora, le analisi hanno spesso fornito dati piuttosto controversi (SU MARTE UNA CHIMICA COMPLESSA: GLI ATTESI RISULTATI DEL SAM, PRESENTATI ALL'AGU - NASA CURIOSITY: IL SUOLO DI MARTE CONTIENE MOLECOLE D'ACQUA... MA NON È UNA NOVITÀ!).
Il problema della contaminazione da un pianeta all'altro rimane una minaccia.

L'Agenzia Spaziale Europea ESA è passata ai fatti ed ha realizzato un primo prototipo: una sfera di 23 centimetri di diametro, con un peso di 5 chilogrammi, capace di mantenere i campioni marziani in ottime condizioni al di sotto -10 ° C durante tutto il loro lungo viaggio di ritorno verso la Terra.

In questo design, il contenitore è in grado di ospitare 11 recipienti sigillati, di cui uno riservato per un campione di aria marziana.

Il piano prevede che, una volta riempito, il contenitore, dotato di trasmettitore, viene lanciato in orbita marziana dove un veicolo spaziale lo catturerebbe per riportarlo a Terra.
Durante il viaggio verrebbe racchiuso a sua volta in un altro grande box bio-sigillato per garantire un perfetto contenimento di qualsiasi materiale marziano.

"Anche se la possibilità che i campioni contengano vita aliena è molto remota, dobbiamo rispettare rigorosi protocolli di protezione planetaria per non metterli in contatto con la biosfera della Terra", ha spiegato Benoit Laine dell'ESA che ha curato il progetto contenitore.

"In effetti, la tecnologia del paracadute (per il rientro) non è abbastanza affidabile, il che significa che il contenitore deve essere in grado di sopportare un atterraggio di fortuna senza paracadute".

"Il design della missione, pertanto, non comprende alcun paracadute e la capsula cade letteralmente da Marte sulla Terra".

Quindi, il prototipo è già stato progettato per un atterraggio di fortuna e i test hanno dimostrato la sua capacità di resistere a forze almeno 400 volte superiori alla forza di gravità.

"Questo progetto impegnativo è stato elaborato grazie alle competenze di più specialisti dell'ESA", ha aggiunto Benoit.

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
In cerca di una nuova occupazione, negli ultimi anni mi sono occupata di digital advertising, web e video analytics.
Dedico il tempo libero alla mia dolcissima bimba Sofia Vega, a questo sito (creato nel 2012 in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte) ed al processing delle immagini raw scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Maggio 2017
L M M G V S D
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31

Dal nostro album di Flickr

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 23 Maggio.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - emisfero nord - Credit: NOAA/Ovation

Aurora - emisfero sud - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.