Martedì 19 Settembre 2017
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Grandi attività a bordo della Stazione Spaziale Internazionale

L'arrivo del veicolo cargo Dragon CRS-12 di SpaceX, alla ISS.
L'arrivo del veicolo cargo Dragon CRS-12 di SpaceX, alla ISS. Crediti: NASA

A poco più di tre settimane dall'arrivo del nostro veterano spaziale Paolo Nespoli, sulla Stazione Spaziale Internazionale (ISS) è iniziato un periodo molto indaffarato per i sei astronauti della Spedizione 52.

Il 16 agosto il veicolo cargo Dragon CRS-12 della SpaceX ha raggiunto l'avamposto orbitale e, mentre sorvolava l'Oceano Pacifico a nord della Nuova Zelanda, l'astronauta NASA Jack Fisher e Paolo Nespoli lo hanno catturato con il braccio robotico Canadarm2 della stazione. Erano le 6:52 a.m. EDT (le 12:52 italiane) e, poco dopo, lo agganciavano al boccaporto del modulo Harmony della ISS.

A bordo del Dragon, decollato regolarmente due giorni prima con un razzo vettore Falcon 9 dalla rampa 40 dell'Air Force Base di Cape Canaveral, in Florida, si trovano oltre 2,9 tonnellate di rifornimenti e carichi scientifici per la stazione, compreso un dolce regalo per gli astronauti: il gelato. Le piccole coppette del dolce di compleanno al cioccolato e vaniglia sono arrivate nel frigorifero che verrà utilizzato per i campioni delle ricerche da inviare sulla Terra quando il veicolo Dragon lascerà la stazione a metà settembre.

Quello del Dragon è stato un lancio particolarmente importante per il nostro paese perché a bordo della capsula si trovano gli esperimenti previsti per la missione dell'Agenzia Spaziale Italiana VITA: i quattro esperimenti che compongono la cosiddetta “ASI Biomission” (CORM, MYOGRAVITY, NANOROS, SERISM), le cartucce per la raccolta dei campioni biologici per l’esperimento IN-SITU, la giacca per la radioprotezione per l’esperimento PERSEO e le etichette che saranno utilizzate congiuntamente alla app caricata sull’i-Pad di bordo per l’esperimento ARAMIS.

iss exp52 dragon crs12 egress

Paolo Nespoli entra, assieme al collega Fisher, all'interno del modulo pressurizzato del Dragon.
Crediti: NASA

Come racconta il responsabile dell’utilizzo delle risorse ASI a bordo della ISS Giovanni Valentini, "grazie al successo di questo lancio e alla collaborazione con NASA e ESA, l’Agenzia Spaziale Italiana è ancora una volta in prima linea nelle attività spaziali. Infatti l’ASI avrà a bordo della ISS sette nuovi esperimenti scientifici e tecnologici, che studieranno gli effetti dell’ambiente spaziale sulle cellule umane e animali e le possibili contromisure; inoltre analizzeranno i parametri vitali degli astronauti, sperimenteranno nuovi sistemi di radioprotezione e dimostreranno la possibilità di ottimizzare le attività operative degli astronauti attraverso l’uso della realtà aumentata".

Il 2 agosto scorso, ad appena cinque giorni dall'arrivo a bordo della ISS, un Paolo Nespoli in grande spolvero si era collegato con l’auditorium dell’Agenzia Spaziale Italiana per il primo "Inflight Call" della missione VITA. "Ho ritrovato la stazione spaziale così come io l’avevo lasciata", ha risposto l'astronauta italiano ad una delle domande poste dai giornalisti presenti.

Vita mission inflightcall 1

Paolo Nespoli durante la prima Inflight Call della missione.
Crediti: NASA/ESA/ASI

In quell'occasione l’astronauta dell’ESA aveva scherzato anche sulla sua età non più giovanissima. "Per andare nello spazio non serve essere Superman, basta essere persone normali," ha detto l’astronauta che ha da poco compiuto 60 anni. "Siamo nello spazio proprio per cercare di capire come funziona il nostro corpo e anche per indagare se nel futuro potremo affrontare viaggi fuori del Sistema Solare."

Nespoli rimarrà sulla ISS per oltre 4 mesi e mezzo studiando, tra le altre cose, gli effetti della prolungata assenza di peso sul suo corpo. L’astronauta ha anche detto di aver parlato per 10 minuti domenica scorsa con la famiglia e in diretta ha tirato fuori da una tasca il Trasformers che il figlio Max gli ha dato e che lui ha utilizzato, nelle fasi di lancio, come 'indicatore di zeroG'.

L’astronauta aveva inoltre ricordato il contributo che l’industria italiana, attraverso la nostra Agenzia Spaziale, ha dato per la realizzazione di questo fantastico laboratorio unico la mondo. Anzi possiamo letteralmente dire: fuori dal mondo. "Rispetto alla mia missione precedente," ha continuato Nespoli, "oggi facciamo molta più ricerca, mentre prima, parte del nostro tempo, lo impiegavamo per allestire e rendere pienamente funzionale una stazione spaziale appena assemblata."

iss exp52 iss after dragon crs12 berthing

La configurazione dei veicoli in visita alla Stazione Spaziale Internazionali (ISS) dopo l'arrivo del veicolo cargo Dragon CRS-12.
Crediti: NASA

Ma c'è stato appena il tempo di aprire il portello di Dragon e scaricare i primi esperimenti scientifici di VITA, che i due cosmonauti russi della spedizione hanno galleggiato, giovedì, all'esterno della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), lanciando cinque piccoli satelliti tecnologici fuori bordo e trascorrendo il resto dell'escursione eseguendo attività di manutenzione agli esperimenti esterni e di ispezione alle attrezzature. Il lavoro ha richiesto più tempo del previsto ed i controllori di volo russi hanno esteso la passeggiata spaziale oltre le previste sei ore per dare tempo ai cosmonauti di completare il maggior numero possibile di compiti affidati prima di chiudere la giornata.

Finalmente, alle 6:10 p.m. EDT (le 0:10 di venerdì ora italiana), Fyodor Yurchikhin, Comandante di Spedizione 52 e l'Ingegnere di Volo Sergey Ryazanskiy, hanno chiuso il portello del modulo di decompression Pirs e completato ufficialmente l'attività extraveicolare di sette ore e 34 minuti, la prima in oltre un anno compiuta da cosmonauti russi.

eva43

Uno dei due cosmonauti al lavoro durante la passeggiata spaziale del 16 agosto 2017.
Crediti: Roscosmos/NASA
TV

I responsabili della missione hanno dichiarato che i due cosmonauti hanno completato tutti i compiti loro assegnati tranne uno - l'installazione di un corrimano - e che questo non creerà nessun problema specifico. Piuttosto i due cosmonauti hanno svolto il lavoro prendendosi il loro tempo e riposando periodicamente su insistenza dei controllori di volo russi. "Ogni cosa va bene, ecco che insistiamo che vi riposiate,", aveva trasmesso via radio un controllore di Mosca. "Dovreste riposarvi, ragazzi," e subito dopo: "Non sentite il bisogno di un attimo di riposo? Com'è l'atmosfera all'interno delle tute?"

"Beh, se potessimo avere della musica, magari anche delle ragazze che ci fanno dei massaggi potrebbe essere anche meglio, ma va tutto bene," ha risposto scherzando Ryazanskiy. "Si tratta di una richiesta della squadra medica. Sono preoccupati per la vostra salute."

"Quando torneremo sulla Terra, ne discuteremo," ha risposto Ryazanskiy. "Certo Sergey, proseguiremo questa conversazione al tuo atterraggio," ha replicato il controllore di volo. "Quindi non vi disturberò più, per favore fate un buon riposo."

iss exp52 italia nespoli

L'Italia fotografata dall'astronauta italiano Paolo Nespoli.
Crediti:
ASI/Paolo Nespoli

La passeggiata spaziale era iniziata alle 10:36 a.m. (le 16:36 ora italiana). Si tratta della nona EVA per Yurchikhin e della quarta per Ryazanskiy. Yurchikhin indossava una tuta spaziale Orlan migliorata, modello MKS, con un nuovo sistema di controllo temperatura, una sacca più grande di acqua, una nuova unità per la misurazione del monossido di carbonio, nuovi sensori biomedici ed uno schermo LCD migliorato. La tuta MKS dovrebbe permettere ai cosmonauti di sostenere passeggiate spaziali di maggiore durata rispetto alle attuali MK, come quella utilizzata da Ryazanskiy. Dopo essere usciti dal modulo Pirs, i cosmonauti hanno prelevato un espositore con campioni di materiali scientifici che si trovava appena fuori dal portello prima di lanciare manualmente i cinque satelliti uno alla volta, stando bene attenti di indirizzarli verso il basso e dietro la stazione per prevenire ogni futuro incontro ravvicinato con l'avamposto orbitale.

Il primo ad essere lanciato, conosciuto come 'Tomsk', è un satellite di appena 5 kg costruito con la stampa 3D con lo scopo di aiutare gli ingegneri a capire come alcuni materiali rispondono all'ambiente spaziale. A bordo di questo satellite si trova anche uno strumento radio-amatoriale.

Un altro satellite testerà i sistemi necessari ai piccoli 'nanosat', mentre due altri testeranno le tecnologie necessarie per le reti e la navigazione su piccola scala ed il quinto servirà come bersaglio passivo per aiutare a calibrare i sistemi di tracciamento al suolo. Inoltre questo aiuterà gli studi dei ricercatori sulla densità dell'atmosfera superiore mentre monitoreranno la sua caduta verso la Terra nel corso di diversi mesi.

Dopo aver rilasciato i satelliti, Yurchikhin e Ryazanskiy hanno scattato foto di un altro esperimento e del traliccio di un'antenna prima di installare dei corrimano che aiuteranno i futuri cosmonauti a muoversi attorno al segmento russo della stazione spaziale. I due hanno inoltre installato dieci sensori di temperatura sul modulo Poisk ed eseguita manutenzione di un esperimento esterno prima di rientrare nel Pirs e porre fine alla passeggiata spaziale.

iss exp52 eva43 satellite release

Il cosmonauta Ryazanskiy mentre sta per rilasciare uno dei nanosatelliti.
Crediti: Roscosmos/NASA/ESA

Ma le cose sono andate a rilento durante la giornata. "E' una giornata veramente interessante perché ogni volta che abbiamo bisogno di qualcosa, questo si trova in una posizione completamente diversa da quella che pensavamo e, se ci stiamo muovendo da qualche parte, ci muoviamo nella direzione sbagliata", ha commentato uno dei due cosmonauti. I due hanno insistito per installare l'ultimo corrimano ma i controllori di volo hanno ordinato di tornare verso il Pirs.

Quella di giovedì è stata la 202esima passeggiata spaziale dedicata all'assemblaggio e manutenzione della ISS fin dall'avvio della sua costruzione, nel 1998, la settima di quest'anno e la prima dei cosmonauti russi nel 2017. Attualmente il totale di tempo dedicato alla stazione spaziale in attività extraveicolari assomma a 1.258 ore e 15 minuti, pari a 52,4 giorni. Yurchukhin ora ha raggiunto le 59 ore e 28 minuti di tempo totale, nel corso di nove EVA, portandosi al quarto posto nella graduatoria degli 'spacewalker' con maggiore esperienza, appena dietro Peggy Whitson. Lei ha infatti accumulato 60 ore e 21 minuti durante dieci escursioni all'esterno. Ryazanskiy segna un totale di 27 ore e 39 minuti fuori dalla stazione nel corso di quattro escursioni.

 

Fonti:
Spaceflight Now - https://spaceflightnow.com/2017/08/17/russian-spacewalk/NASA ISS blog: https://blogs.nasa.gov/spacestation/2017/08/16/dragon-installed-to-station-for-month-of-cargo-swaps/ASI : http://www.asi.it/it/news/dragon-porta-vita-sulla-issASI: http://www.asi.it/it/news/pronto-paolo-ci-senti

Condividi e resta aggiornato!

Massimo Martini

Sono appassionato di astronomia e di astronautica fin da quella notte del luglio 1969 quando, a poco più di sei anni, vidi gli uomini mettere piede sulla Luna. La passione è cresciuta con gli anni e, sebbene non si sia trasformata in attività lavorativa, sono diventato un grande appassionato. Nel 1992, in pieno viaggio di Nozze, sono riuscito a trascinare persino mia moglie al Kennedy Space Center per vedere il lancio del primo italiano nello spazio. Dal 2000 ho realizzato e curo il sito Astronautica.us che, spero, possa essere sempre aggiornato e rigoroso nelle informazioni. Sono stato uno dei responsabili delle prime tre edizioni della convention  ‘Astronauticon’, che hanno visto anche la presenza di ospiti illustri del capo astronautico. La scelta del sito web è stata 'obbligata' visto il deserto di notizie in cui versava all’epoca l'astronautica nel Paese, il nostro, fra i primi al mondo in questo settore che considero vitale per l’umanità.

Sito web: www.astronautica.us
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Settembre 2017
L M M G V S D
1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 18 Settembre.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - Europa - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.