Sabato 10 Dicembre 2016
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Chang'e 3: il sistema binario osservato da LUT e il mistero di Yutu (è ancora vivo?)

La curva di luce del sistema V921 Her: i cerchi sono le osservazioni; la linea contiua è la curva di luce teorizzata; la linea tratteggiata è la curva di luce teorizzata senza considerare la terza stella.
La curva di luce del sistema V921 Her: i cerchi sono le osservazioni; la linea contiua è la curva di luce teorizzata; la linea tratteggiata è la curva di luce teorizzata senza considerare la terza stella. Credit: Zhou et al., 2016

LUT (Lunar-based Ultraviolet Telescope), a bordo della sonda cinese Chang'e-3 atterrata sulla Luna a dicembre 2013, è stato recentemente utilizzato per osservare un sistema binario designato come V921 Her. I risultati sono stati pubblicati l'1 agosto su arXiv.org.

LUT è stato il primo osservatorio a lungo termine a raggiungere la superficie lunare dopo il telescopio a breve termine in lontano UV della missione Apollo 16, progettato per osservare vari oggetti celesti come galassie, nuclei galattici attivi, stelle variabili, sistemi binari, novae, quasar e blazar nel vicino ultravioletto (NUV - near-ultraviolet band). Copre infatti una gamma di lunghezze d'onda dai 245 ai 340 nanometri ed è in grado di rilevare oggetti con una luminosità fino a magnitudine 13.
E' altamente adattabile all'ambiente della superficie lunare. Può operare tra -20 e 40 gradi Celsius ed è particolarmente adatto per le osservazioni ed indagini fotografiche a largo campo, prive di errori ottici.
E' un telescopio da 150 millimetri Cassegrain Ritchey-Chretien, che utilizza uno specchio primario iperbolico e specchio secondario iperbolico per eliminare l'effetto coma e l'aberrazione sferica.

L'anno scorso, LUT è stato utilizzato da un team di ricercatori della Accademia Cinese delle Scienze, guidato da Zhou Xiao, per ottenere la curva di luce di numerose binarie a eclisse, sistemi binari in cui il piano orbitale delle due stelle si trova così ben allineato con la linea di vista dell'osservatore che le due componenti mostrano eclissi reciproche. Tra questi c'era anche V921 Her, osservato in continuo da LUT il 2 febbraio 2015.

Secondo lo studio, la massa della stella primaria è di circa 1,8 masse solari mentre la compagna è molto più piccola, circa 0,4 masse solari. La differenza di temperatura tra le due componenti è calcolata in circa 700 Kelvin (circa 430 gradi Celsius). Ma i ricercatori sospettano anche a presenza di un terzo corpo, con una luminosità stimata di quasi il doppio della luminosità della stella secondaria. Pertanto, questa terza stella dovrebbe contribuire per circa 19 per cento alla luminosità totale del sistema triplo.

La pubblicazione arriva a pochi giorni di distanza dall'annuncio della fine delle attività del rover Yutu.

"Ciao, questo potrebbe essere il mio ultimo messaggio", così il "Coniglio di giada" ha dato l'addio ai suoi fan.
"La Luna dice che ha preparato un lungo, lungo sogno per me e mi sto chiedendo cosa sarà, sarò un esploratore marziano o verrò rimandato sulla Terra?", ha continuato il rover dal suo account ufficiale sul sito cinese di microblogging, Sina Weibo.

Ma la notizia è controversa.
In base a quanto dichiarato dall'agenzia cinese Xinhua, in un primo momento dallo State Administration for Science, Technology and Industry for National Defense (SASTIND), Yutu sarebbe stato spento dopo aver operato sulla superficie lunare per 31 mesi (972 giorni dopo il lancio), superando di gran lunga i 3 previsti previsti dalla missione. Tuttavia, di idee diverse sembra essere il giornalista finlandese Andrew Jones secondo il quale lo stesso SASTIND avrebbe dichiarato ""Yutu non è morto, ma è in letargo". La sua fonte avrebbe aggiunto: "Morto significherebbe perdere i contatti e la cessazione di ogni segnale. Yutu trasmette ancora segnali".

L'ennesimo colpo di scena?
In ogni caso, il rover potrebbe solo svegliarsi di nuovo e salutare la Terra, incapace di muoversi da febbraio 2014 ed impossibilitato ad utilizzare la sua strumentazione scientifica.

A questo punto, però, come le volte precedenti, io preferisco aspettare una conferma non ufficiale e cioè quella che potrebbe arrivare dal sito web uhf-satcom.com, dedicato al monitoraggio amatoriale dei segnali radio provenienti dallo spazio profondo.

Nel frattempo, il lander Chang'e-3 sta completando la sua trentatreesima notte lunare (che dura circa 14 giorni terrestri), in cui è entrato il 28 luglio.

The Photometric Investigation of V921 Her using the Lunar-based Ultraviolet Telescope of Chang'e-3 mission [abstract]

The light curve of V921 Her in ultraviolet band observed by the Lunar-based Ultraviolet Telescope (LUT) is analyzed by the Wilson-Devinney code. Our solutions conclude that V921 Her is an early type marginal contact binary system with an additional close-in component. The binary system is under poor thermal contact with a temperature difference of nearly 700K between the two components. The close-in component contributes about 19% of the total luminosity in the triple system. Combining the radial velocity study together with our photometric solutions, the mass of the primary star and secondary one are calculated to be M1=1.784(±0.055)M⊙, M2=0.403(±0.012)M⊙. The evolutionary scenario of V921 Her is discussed. All times of light minimum of V921 Her available in the bibliography are taken into account and the O−C curve is analyzed for the first time. The most probable fitting results are discussed in the paper, which also confirm the existence of a third component (P3=10.2 year) around the binary system. The period of V921 Her is also undergoing a continuously rapid increase at a rate of dP/dt=+2.79×10−7day⋅year−1, which may due to mass transfer from the less massive component to the more massive one.

Altre info su questo post:

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Dal 2009 elaboro le immagini raw delle missioni spaziali insieme a Marco Faccin ed ho creato questo blog ad agosto 2012, in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte.
Per lavoro mi occupo di digital advertising, web e video analytics presso Shiny (SV – Italia) ma passo la maggior parte del tempo libero su questo sito e tra i cataloghi delle foto scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Dicembre 2016
L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Dal nostro album di Flickr

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 10 Dicembre.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - emisfero nord - Credit: NOAA/Ovation

Aurora - emisfero sud - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.