Sabato 3 Dicembre 2016
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

MMS: i primi risultati sulla riconnessione magnetica

Magnetospheric MultiScale (MMS) - rappresentazione artistica
Magnetospheric MultiScale (MMS) - rappresentazione artistica Credit: NASA's Goddard Space Flight Center

Circa nove mesi fa la NASA ha lanciato le quattro sonde gemelle Magnetospheric MultiScale (MMS), la prima missione dedicata allo studio del fenomeno della riconnessione magnetica nella magnetosfera terrestre. Ora, i primi promettenti risultati sono stati presentati il 17 dicembre a San Francisco in occasione della riunione annuale dell'American Geophysical Union.

La piccola flotta orbita in una configurazione a tetraedro in cui ogni sonda occupa il vertice di una piramide a base triangolare.
In questa prima fase MMS si sta occupando della parte anteriore della magnetosfera terrestre, la bolla magnetica che circonda la Terra, proprio al confine dove avviene una costante interazione con il vento solare, nella zona chiamata magnetopausa. Qui, i campi magnetici del Sole si confrontano con quelli della Terra, generando esplosivi fenomeni noti come riconessione magnetica.

MMS configurazione a tetraedro

Credit: NASA's Goddard Space Flight Center

La riconessione di verifica ovunque è presente del plasma, cioè gas elettricamente carico.
E' raro sulla Terra ma il plasma costituisce il 99% dell'Universo visibile: è il combustibile delle stelle e riempie il vuoto (non vuoto!) dello spazio. Oltre alla materia, il plasma viaggia con il proprio set di campi magnetici incorporati, influenzando gli altri campi magnetici che incontra e il moto delle particelle elettricamente cariche.
Quando questi sconvolgimenti avvengono vicino al nostro pianeta, si generano esplosioni magnetiche giganti che riconfigurano improvvisamente i campi magnetici rilasciando grandi quantità di energia. Nel momento in cui le linee del campo magnetico si uniscono di nuovo con un'altra configurazione, parte dell'energia immagazzinata viene convertita in calore ed energia cinetica, inducendo moti nelle particelle con velocità prossime a quella della luce ed oscillazioni nei campi magnetici della Terra che influenzano la nostra tecnologia ed interferiscono con le comunicazioni radio.

Riconnessione magnetica

Esempio di riconnessione magnetica.
Credit: NASA Goddard/SWRC/CCMC/SWMF

I risultati appena discussi sono solo l'inizio dell'avventura MMS, una missione la cui durata prevista è di dieci anni.
"Abbiamo registrato oltre 2000 passaggi nella magnetopausa da quando è iniziata la fase scientifica", ha detto Jim Burch, ricercatore principale MMS al Southwest Research Institute di San Antonio, Texas. "Volando attraverso centinaia di eventi promettenti", ha aggiunto.

I punti di forza di MMS sono la rilevazione tridimensionale degli eventi e la capacità di scala, con ogni navicella in grado di lavorare in modo indipendente. Ciascuna ha a bordo la suite FIELDS, un set di strumenti utilizzato per caratterizzare i campi magnetici, dotato di sei sensori, posti su lunghi bracci di circa 121 metri sul piano di rotazione e di circa 30 metri lungo l'asse di rotazione (vedi rappresentazione in apertura), che lavorano insieme per formare un quadro tridimensionale dei campi elettrici e magnetici in prossimità del veicolo spaziale.
"I lunghi bracci consentono di misurare i campi meno contaminati dall'elettronica a bordo della navicella spaziale", ha spiegato Katherine Goodrich dell'University of Colorado, che si sta occupando dell'analisi dei dati.

Altre osservazioni, guidate da Ian Cohen dell'Johns Hopkins University Applied Physics Laboratory, basate sui due rivelatori di particelle a bordo di MMS, il Fly's Eye Energetic Particle Sensor (FEEPS) e l'Energetic Ion Spectrometer, stanno fornendo le prove di un meccanismo attraverso il quale i campi magnetici del Sole si legano a quelli terrestri durante gli eventi di riconnessione, favorendo la fuga di particelle dal sistema della Terra verso lo spazio interplanetario.

 

Press release:
- http://www.nasa.gov/feature/goddard/nasa-s-mms-delivers-promising-initial-results

Altre info su questo post:

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Dal 2009 elaboro le immagini raw delle missioni spaziali insieme a Marco Faccin ed ho creato questo blog ad agosto 2012, in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte.
Per lavoro mi occupo di digital advertising, web e video analytics presso Shiny (SV – Italia) ma passo la maggior parte del tempo libero su questo sito e tra i cataloghi delle foto scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Dicembre 2016
L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Dal nostro album di Flickr

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 1 Dicembre.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - emisfero nord - Credit: NOAA/Ovation

Aurora - emisfero sud - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.