Sabato 10 Dicembre 2016
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Batteri: ospiti indesiderati a bordo della ISS

Batteri: ospiti indesiderati a bordo della ISS
Credit: NASA

Viviamo incorporati in un mondo microbico, colonizzati da queste piccole forme di vita senza rendercene conto, non solo sulla Terra ma anche nello spazio. Ne sanno qualcosa gli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale che devono condividere gli ambienti con diversi inquilini indesiderati.

La NASA e i diversi partner adottano costantemente procedure per ridurre i rischi da contaminazioni che potrebbero causare problemi alle attrezzature e soprattutto per gli astronauti nelle missioni umane. Tuttavia, ancora una volta, la Stazione Spaziale Internazionale, stavolta volente o nolente, si è dimostrata un laboratorio scientifico perfetto. Esaminando i campioni prelevati da un filtro dell'aria usato per 40 giorni a bordo della ISS e due sacchetti per aspirapolvere, i ricercatori hanno trovato una bella quantità di patogeni opportunisti, ovvero batteri che in individui sani non scatenano alcuna attività patogena ma che potrebbero generare infezioni nell'individuo immunodepresso.

I risultati dello studio, pubblicato sulla rivista Microbiome, mostrano che tra gli ospiti indesiderati c'è anche l'Actinobacteria, un gruppo Gram positivo, associato spesso a fenomeni di irritazione cutanea.

"Abbiamo bisogno di sapere quello che stiamo respirando in un ambiente chiuso", ha detto Kasthuri Venkateswaran, microbiologo al JPL, capo del team di ricerca.

"Studiare la comunità microbica sulla Stazione Spaziale ci aiuta a comprendere meglio i batteri presenti, in modo da poter identificare le specie che potrebbero danneggiare le apparecchiature o costituire un pericolo per la salute degli astronauti. Inoltre, è utile per individuare le aree che necessitano di pulizia più rigorosa", ha aggiunto VenkateswaranL.

La Stazione Spaziale è un ambiente unico, con microgravità ed aria riciclata, radiazioni, anidride carbonica elevata e costante presenza di esseri umani.

Precedenti studi sulla comunità microbica a bordo del laboratorio orbitante, avevano usato tecniche di microbiologia tradizionali come la coltura di batteri e funghi in laboratorio. Ma "solo il 10% di quello che c'è là fuori può essere coltivato ed è per questo che sono state adottate tecniche genetiche", ha spiegato Venkateswaran.
Il team ha utilizzato le più recenti tecnologie di sequenziamento del DNA per identificare rapidamente e con precisione i microrganismi presenti.
Questi dati sono stati poi confrontati con le cosiddette "cleanroom" (camere bianche) al JPL dove, a differenza della ISS, possono alternarsi anche 50 persone in un giorno ma senza alcuna permanenza.

Il dato più preoccupante è arrivato dal filtro dell'aria utilizzato sulla ISS, in cui il 99.65% delle sequenze vitali recuperate proveniva da Actinobacteria che al massimo rappresenta solo il 25,25% delle sequenze vitali trovate nelle camere bianche al JPL. Un risultato forse dovuto ad un regime di pulizia più rigoroso sulla Terra. La ricerca, però, non ha ancora affrontato la virulenza di questi patogeni in ambienti chiusi o il rischio di infezione della pelle per gli astronauti.

Altre info su questo post:

Condividi e resta aggiornato!

Elisabetta Bonora

Sono una image processor e science blogger appassionata di astronomia, spazio, fisica e tecnologia, affascinata fin da bambina dal passato e dal futuro.
Dal 2009 elaboro le immagini raw delle missioni spaziali insieme a Marco Faccin ed ho creato questo blog ad agosto 2012, in occasione dello sbarco del rover Curiosity su Marte.
Per lavoro mi occupo di digital advertising, web e video analytics presso Shiny (SV – Italia) ma passo la maggior parte del tempo libero su questo sito e tra i cataloghi delle foto scattate dalle sonde e dai rover inviati nel nostro Sistema Solare "per esplorare nuovi mondi, alla ricerca di nuove forme di vita, per arrivare là dove nessuno è mai giunto prima!" ...Ovviamente, è chiaro, sono una fan di Star Trek!

Sito web: https://twitter.com/EliBonora
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Dicembre 2016
L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Dal nostro album di Flickr

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 8 Dicembre.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - emisfero nord - Credit: NOAA/Ovation

Aurora - emisfero sud - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.