Sabato 3 Dicembre 2016
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Aggornamenti sulla PROGRESS 59

Per una settimana in questa pagina seguiremo l'evolversi dell'orbita del cargo russo fuori controllo, fino al suo inevitabile rientro in atmosfera...

 Della perdita di controllo del cargo russo PROGRESS-M 27M abbiamo parlato già in un altro articolo di Elisabetta; ora che i russi hanno rinunciato a recuperarne il controllo, il suo destino è segnato. Data la sua orbita decisamente bassa e dato il frenamento atmosferico, nel giro di una settimana circa il cargo con tutto il suo contenuto è destinato a rientrare rovinosamente nell'atmosfera. La maggior parte della capsula, lunga 7 metri e con massa di 7 tonnellate, brucerà nell'atmosfera ma alcune parti più resistenti (come i serbatoi di combstibile e il sistema di "docking" che ha una massa di 200kg) potrebbero giungere al suolo, anche se molto rallentate dall'attrito atmosferico. In linea di principio, tutte le regioni della Terra comprese tra le latitudini 52°S e 52°N sono potenzialmente a rischio ma, con il passare dei giorni, le previsioni sul momento del rientro sono sempre più precise e, di conseguenze, le aree a rischio sempre più circoscritte, come si vede in fondo all'articolo.

 I dati che presenteremo di seguito sono tratte da tre fonti: il sito dell'agenzia spaziale tedesca Heavens Above, che fornisce i dati orbitali aggiornati, il sito spaceflight101.com e il sito SatFlare che forniscono molte informazioni e grafici sia sull'orbita che sulle proiezioni aggiornate dell'istante e del luogo di rientro.

Aggiornamento dell' 8 Maggio, ore 7 (ora italiana)

L'agenzia spaziale russa Roscosmos ha dichiarato alle 4.40 che la Progress è rientrata alle 4.04 nell'oceano Pacifico. Naturalmente si aspettano le conferme di possibii avvistamenti. Ecco il comunicato: Il Progress M-27M ha cessato di esistere alle 5:04 dell'8 maggio orario di Mosca. Il rientro in atmosfera si è verificato  durante l'orbita 160 sopra il Pacifico centrale.

Anche il comando strategico americano ha confermato un'ora fa che la quota di rientro in atmosfera (80 km di altezza) è stata raggiunta alle 4.20 +/- 1 minuto (ora italiana) e nella mappa sottostante è riportato l'intervalle di possibile caduta dei frammenti nel Pacifico, a una distanza di 350-1300 km dalla costa cilena.  Viene specificato inoltre che, il comunicato russo è stato emesso prima che le stazioni di Terra potessero confermare il mancato rilevamento del Progress nell'orbita successiva (e quindi la sua distruzione) e sulla base dei dati di monitoraggio raccolti durante l'ultima orbita sopra il Kazakistan e la Russia e non su conferme visive.

2023849 orig copy

Credit: Spaceflight101/Google Maps

Aggiornamento dell' 8 Maggio, ore 5 (ora italiana)

 In base alla estrapolazione mostrata qui sotto (linea tratteggiata in arancione nel grafico a sinistra), adesso l'altezza media dovrebbe essere scesa intorno a 128.5 km e il tasso di decadimento circa 3.0 km/ora. Tuttavia, come si vede, gli ultimi dati forniti dal comando strategico americano (USSTRATCOM) mostrano una discontinuità; aggiornando il modello a questo nuovo trend, il rientro dovrebbe avvenire alle 11.20 ora italiana. Invece, sulla base di molte previsioni ufficiali (vedi sotto), la Progress è già entrata negli strati più bassi dell'atmosfera distruggendosi (vedi sotto).

ProgressOrbit0508a

 Le previsioni ufficiali più recenti, fornite da USSTRATCOM e da SpaceFlight101, indicano come ora italiana per il rientro le 3.52 e le 4.34 rispettivamente. La mappa relativa alla seconda previsione, che ha una incertezza di 3 ore ed abbraccia quindi 2 orbite, è mostrata in basso e coinvolge, oltre agli oceani, parte dell'Africa e dell'Asia. Anche la nuova previsione di J.Remis, pubblicata su SatFlare intorno alle 4, indica come ora di rientro le 4.23 e come punto di rientro più probabile l'estremo sud della costa cilena.

Ptogrss0508a

possibili fasce di rientro aggiornate - Credit: Spaceflight101 [JSatTrak]

La seguente mappa, tratta da una previsione precedente, indica quali sarebbero state le regioni italiane interessate da un improbabile rientro posticipato intorno alle 10 di mattina.

 Ptogrss0507c

possibili fasce di rientro secondo SatFlare.com

Condividi e resta aggiornato!

Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

Sito web: https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Dicembre 2016
L M M G V S D
1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31

Dal nostro album di Flickr

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 1 Dicembre.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - emisfero nord - Credit: NOAA/Ovation

Aurora - emisfero sud - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - BlogItalia - La directory italiana dei blog - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.