Giovedì 23 Marzo 2017
Accedi Registrati

Accedi al tuo account

Username
Password *
Ricordami

Il volo inaugurale di IXV

Il volo di IXV in una infografica ESA
Il volo di IXV in una infografica ESA

Lanciato e rientrato con successo lo "spazioplano" in gran parte italiano.

La settimana scorsa ne avevamo parlato. Oggi, il nuovo vettore Vega (realizzato in Italia) è partito dallo spazioporto Kourou nella Guyana francese portando per la prima volta in orbita il nuovo veicolo sperimentale IXV, anch'esso realizzato in buona parte dalle industrie italiane.

Vedere in fondo all'articolo per gli aggiornamenti!.

Nelle "infografiche" sottostanti sono raffigurate le fasi salienti del lancio e nella tabella finale sono riportati gli orari previsti (per l'Italia fare riferimento all'orario CET).

Artist s view of the IXV mission1 copy

Credits : ESA

IXV flight profile

credits : ESA

IXV timeline

Time Activity
–8h 15m Start of IXV ground segment configuration, subsystem internal tests, activation of ground station links
–7h 45m Start of Vega countdown
–7h 30m Start of IXV data flow tests between MCC and ground stations
–6h 30m Start of IXV ground segment-wide verification
–6h 15m Voice check CSG-MCC-ship
–4h 45m End of Mission Simulation No 1
­–3h 30m Start of IXV countdown
–2h 40m Mobile gantry withdrawal (45 min)
–2h 00m Receive result of high-altitude wind measurement from ship meteo station (launched at L–4h)
–1h 00m Ground segment configured for launch
–0h 34m Launcher system ready
–0h 10m Final launcher weather report
–0h 04m Start Vega automated launch sequence
–0h 01m IXV: switch to launch mode
H0 (14:00 CET) Liftoff
+1m 52s Separation of first stage (P80)
+3m 35s Separation of second stage (Zefiro-23)
+4m 02s Jettisoning of fairing (Vega now in space)
+6m 37s Separation of third stage (Zefiro-9)
+8m 00s AVUM first burn
+13m 49s AVUM shutdown
+16m 13s Libreville AOS Vega (earliest possible)
+17m 59s Separation; IXV in free flight (earliest possible; window until 21m 34s)
+18m 20s Libreville AOS IXV
During Libreville until after Malindi LOS MCC receives IXV TM; IXV status continuously monitored; updates to predicted splashdown coordinates
+20m 34s IXV: Reaction control system (thrusters) primed
Times below are estimates only and will depend on actual IXV progress
+23m 30s Malindi AOS
+25m 35s Libreville LOS
+34m 12s Malindi LOS
+1h 20m BOT ship tracking antenna; ship now listening for IXV signals at end of reentry blackout
+1h 22m End of reentry blackout; expected AOS ship tracking antenna; start receiving spacecraft TM & experimental data
+1h 25m Parachute panel ejection
+1h 29m Main parachute ejection
+1h 31m IXV passivation
+1h 42m Splashdown (forecast)
+1h 42m After splashdown: MCC reports summary of IXV status, actual splashdown coordinates
  Ship conducts recovery operations

Aggiornamento delle 14.40

Dopo un ritardo di 40 minuti dovuto a un problema tecnico, IXV è partito a bordo del razzo italiano Vega. Il commento da Kourou di Roberto Battiston, presidente dell' Agenzia spaziale italiana che coordina il progetto, sostenendone il 40% del costo. "Dopo aver fatto per 50 anni lanci di strumenti e dopo lo sviluppo di un Vega che funziona in modo impeccabile - ha detto Battiston - l' Europa, grazie all'Italia, col progetto IXV sta iniziando a imparare come si riportano a Terra strumenti, e un giorno in prospettiva persone, che sono stati nello Spazio. È un passaggio determinante per il successo di futuri ambiziosi progetti spaziali in cui l'Europa, e quindi l'Italia, è coinvolta".

Vega VV04 IXV Liftoff

Il vettore Vega VV04 pochi secondi dopo il liftoff - Image source: ESA–S. Corvaja, 2015 - Processing: M. Di Lorenzo

Vega VV04 IXV Liftoff1

Il lancio ripreso a distanza - Credits: ESA–S. Corvaja, 2015

Aggiornamento delle 17

Dopo la separazione dal razzo Vega a una altezza di 340km, IXV ha continuato la sua salita per altri 72 km prima di iniziare il rientro dal suo volo sub-orbitale. I 300 sensori a bordo hanno registrato una gran mole di dati e, durnte il rientro, il veicolo (lungo 5 metri e con una massa di 2 tonnellate) ha affrontato le stesse condizioni che si incontrano al rientro da un'orbita bassa: la velocità era di 7.5 km/s a una altezza di 120 km. In seguito, la navetta ha manovrato attraverso l'atmosfera prima di aprire i paracadute, ammarando nell'Oceano Pacifico.

Il Centro di Controllo missione di Torino, presso ALTEC (Advanced Logistics Technology Engineering Centre) ha strettamentew monitorato IXV durante la missione, ricevendo i dati di volo e degli strumenti dalla rete di ricevitori a terra, comprese le stazioni di terra fisse a Libreville (Gabon) e Malindi (Kenya), e la stazione a bordo della nave di recupero Nos Aries nel Pacifico.

IXV splashdown

IXV dopo l'ammaraggio - Credit: ESA

IXV floating and waiting for recovery

Credit : ESA–P. Navone, 2015

Adesso piccoli palloni galleggianti (airbags) stanno mantenendo IXV a galla mentre la nave per il recupero si sta affrettando a recuperarla. Il veicolo verrà riportato in Europa per l'analisi dettagliata nel centro tecnico dell'ESA (ESTEC) nei Paesi Bassi. La capacità di controllare il rientro aprirà un nuovo capitolo per l'ESA, poichè si tratta di una pietra miliare per il lancio di veicoli riutilizzabili, per il rientro di campioni prelevati da altri corpi celesti e per il futuro ritorno di equipaggi dallo spazio; ci sono applicazioni anche per future missioni di osservazione della Terra, ricerche in regime di microgravità, assistenza satellitare e missioni di smaltimento di satelliti non più operativi (problema di importanza crescente dato il progressivo aumento di detriti in orbita).

I primi risultati del volo dovrebbero essere rilasciati in circa sei settimane e confluiranno nel programma PRIDE (Reusable In-Orbit Demonstrator for Europe, "orgoglio" in inglese), attualmente in fase di studio dopo il finanziamento deciso negli ultimi due Consigli dei ministri dell'ESA. Lo spazioplano riutilizzabile "Pride" verrà lanciato con il razzo Vega e sarà in grado di orbitare e atterrare automaticamente su una pista. "IXV ha aperto un nuovo capitolo per l'ESA in termini di capacità di rientro e riusabilità", spiega Jean-Jacques Dordain, direttore generale dell'ESA.

Riferimenti
- http://www.esa.int/Our_Activities/Operations/IXV_mission_timeline- ww.esa.int/Our_Activities/Launchers/IXV/ESA_experimental_spaceplane_completes_research_flight

Condividi e resta aggiornato!

Marco Di Lorenzo (DILO)

Sono laureato in Fisica e insegno questa materia nelle scuole superiori; in passato ho lavorato nel campo dei semiconduttori e dei sensori d'immagine. Appassionato di astronautica e astronomia fin da ragazzo, ho continuato a coltivare queste passioni sul web, elaborando e pubblicando numerose immagini insieme al collega Ken Kremer. E naturalmente amo la fantascienza e la fotografia!

Sito web: https://www.facebook.com/marco.lorenzo.58
Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Altri articoli di Marco Di Lorenzo (DILO)

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Newsletter

I nostri articoli sono anche su Coelum Astronomia!

GRATIS E DIGITALE: leggilo ora!

Immagine del giorno

Mission log

AstroAppuntamenti

Marzo 2017
L M M G V S D
1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31

Dal nostro album di Flickr

Meteo spaziale

  • NEO News
    NEO News

    Notizie e aggiornamenti sugli incontri ravvicinati con oggetti potenzialmente pericolosi e sulla loro catalogazione. Aggiornato al 22 Marzo.

Sole e Luna

Attività solare - Credit: SDO/HMI / spaceweather.com

Buchi coronali - Credit: SDO/AIA / spaceweather.com

SOHO LASCO C2 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

SOHO LASCO C3 - Credit ESA/NASA SOHO/LASCO

Aurora - emisfero nord - Credit: NOAA/Ovation

Aurora - emisfero sud - Credit: NOAA/Ovation

CURRENT MOON

Aggregatore notizie RSS - - Paperblog : le migliori informazioni in diretta dai blog - Segnala a Zazoom - Blog Directory - intopic.it

[IT] Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti, per migliorare i servizi e l'esperienza dei lettori. Per saperne di più o negare il consenso prendete visione dell'Informativa Estesa.
Chiudendo questo banner cliccando su 'Accetto' ed in qualunque altro modo, o proseguendo la navigazione su questo sito web, acconsentite al loro uso.
[EN] This site uses technical and third-party cookies, in order to improve services and experiences of our readers. If you want to know more or deny cookies exchange, please view "Cookie Information".
Closing this banner clicking on 'Agree' and in any other way, or continuing to browse this website, you consent with the cookies usage.